• Mondo
  • sabato 23 Aprile 2011

Gli scontri sul confine tra Thailandia e Cambogia

I due paesi si contendono il possesso di un antico tempio e della zona circostante

Almeno dieci persone sono morte tra ieri e oggi in una serie di scontri armati in una zona contesa al confine tra Thailandia e Cambogia. Migliaia di civili sono stati evacuati dai villaggi vicini, mentre le forze armate dei due paesi si sono affrontate con armi leggere e si sono scambiate colpi di mortaio. La zona, al confine nord della Cambogia, è quella degli antichi templi di Ta Moan e di Ta Krabey, di cui entrambi gli stati reclamano il possesso.

Ta Krabey dista circa 200 chilometri da Preah Vihear, un altro tempio assegnato alla Cambogia da una risoluzione internazionale del 1962 ma teatro di altri scontri cruenti lo scorso febbraio, che fecero altri dieci morti. Molti tratti del confine tra Cambogia e Thailandia non sono tracciati con chiarezza, causando continue tensioni tra i due paesi negli ultimi anni. L’incertezza sui confini viene anche dal fatto che i decenni di guerra in Cambogia hanno lasciato mine antiuomo in molte zone della giungla. Non è chiaro di chi sia la responsabilità per l’inizio degli ultimi scontri. Fonti thailandesi dicono che sono già in corso negoziati per risolvere la disputa.

Foto: AFP/AFP/Getty Images