Il ritorno della Soyuz

La navicella è atterrata vicino a Arkalyk, nel nord del Kazakistan

Uno dei tre cosmonauti è il cognato di Gabrielle Giffords, la deputata democratica ferita nella sparatoria di Tucson

L’equipaggio della navicella Soyuz è rientrato ieri dalla sua missione nello spazio. La navicella è atterrata vicino a Arkalyk, nel nord del Kazakistan, alle 8.54 del mattino ora italiana. I tre cosmonauti a bordo erano i russi Oleg Skripochka e Alexander Kaleri e l’americano Scott Kelly, cognato della deputata democratica Gabrielle Giffords ferita durante la strage in Arizona dello scorso gennaio. L’equipaggio ha passato cinque mesi nella Stazione Spaziale Internazionale, dove ora sono rimasti il cosmonauta russo Dmitry Kondratyev, l’italiano Paolo Nespoli e l’astronauta della Nasa Catherine Coleman, che torneranno tra circa tre mesi.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.