• Italia
  • martedì 2 novembre 2010

Scontri anche oggi a Giugliano

La giornata di oggi con i tafferugli tra polizia e cittadini a Taverna del Re e a Giugliano nel racconto del Mattino

A Taverna del Re, uno dei siti riaperti per gestire la nuova emergenza rifiuti in Campania, si sono registrati tafferugli e scontri tra le forze dell’ordine e i cittadini che cercano di opporsi alla riapertura della discarica. Dopo una carica di alleggerimento, i camion contenenti i rifiuti si sono potuti avviare verso il deposito, nonostante alcuni manifestanti si siano sdraiati a terra e siano stati portati via di peso dalle forze dell’ordine. Secondo l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania, la discarica è in regola, come scrive il Mattino, che per tutta la giornata ha seguito gli sviluppi a Taverna del Re e negli altri comuni interessati dalle proteste.

È terminato il sopralluogo dei tecnici dell’Arpac all’interno del sito di stoccaggio di Taverna del Re. Secondo quanto riferito dai tecnici lo sversamento dei rifiuti «tal quale» sulla piazzola E12 avviene «in maniera discreta, senza contaminazione di matrice ambientale». Dunque, non sarebbero state accertate irregolarità nelle operazioni di sversamento di abbancamento dei rifiuti. La piazzola, secondo quanto si apprende, è munita di canaline per il drenaggio delle acque piovane e del percolato. A norma anche la copertura con degli appositi teloni.

Bloccati anche i mezzi dei carabinieri. Le forze dell’ordine stanno stringendo i manifestanti lungo le cunette laterali della strada. Alcuni si sono addirittura piazzati davanti ai mezzi dei carabinieri. I manifestanti hanno al momento bloccato una lunga colonna di automezzi diretti al sito di stoccaggio. Alcuni si sono aggrappati ai camion mentre carabinieri e polizia tentano di riportarli a terra. Un uomo è caduto battendo la testa a terra. Dinanzi al corteo dei manifestanti c’è un uomo che sventola la bandiera italiana.

A Giugliano sit-in e occupato il Comune. Una decina di manifestanti ha inscenato un sit in dinanzi al palazzo municipale di Giugliano. La polizia locale ha impedito che i manifestanti si introducessero all’interno dello stabile. La protesta, dunque, ora si sta spostando al centro cittadino dove questa sera si terrà una fiaccolata di protesta alla quale prenderanno parte, secondo quanto si apprende, numerosi studenti. Alcune donne, invece, si sono introdotte all’interno del palazzo e al momento si trovano in una stanza adiacente a quella del sindaco, Giovanni Pianese. Chiedono di avere un colloquio con i rappresentanti dell’amministrazione comunale e hanno annunciato che non lasceranno l’ufficio fino a quando non verrà sospeso il conferimento dei rifiuti nel sito di Taverna del Re. Sul posto oltre alla polizia locale sono presenti anche alcuni agenti della polizia di stato, col vice questore Romano.

(continua a leggere sul Mattino)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.