• Italia
  • venerdì 29 Ottobre 2010

La fine del Secolo?

Flavia Perina spiega dettagliatamente cosa sta succedendo al giornale dei finiani

Dopo l’allarme lanciato ieri, sul Secolo di oggi – sotto l’immagine di una lavagna ben cancellata – compare un lungo articolo del direttore Flavia Perina a spiegare quali rischi corra il giornale e perché.

Ci vogliono cancellare. Non è un gioco di parole, o una battuta, o una drammatizzazione giornalistica. Negli ultimi tre giorni, lontano dai riflettori, si è consumato quello che potrebbe essere l’ultimo atto del “Secolo d’Italia” dopo 50 anni di storia. Raccontare quello che è successo è molto semplice: ieri avremmo dovuto avere la garanzia delle anticipazioni economiche che ci servono per arrivare a fine anno (700mila euro) e invece non è arrivata. Dopo una confusa riunione del Comitato dei garanti, molte promesse, rassicurazioni. trattative, l’atto conclusivo che ci avrebbe consentito di “metterci a posto” non è stato varato. Per di più il Comitato ha “dimissionato” a maggioranza il senatore Franco Pontone, che rappresentava per noi una garanzia di trasparenza e di equilibrio, sostituendolo con Franco Mugnai sulla base degli accordi raggiunti dagli “ex colonnelli” (che hanno la maggioranza nel Comitato). Il colpo di mano era stato largamente annunciato un paio di settimane fa dalle dichiarazioni di Ignazio La Russa e Maurizio Gasparri su Libero e il Giornale, con aperti rimproveri sulla “linea” del nostro quotidiano.

(continua a leggere sul sito del Secolo)