«Israele non sarà la Cecoslovacchia del 2010»

Il ministro degli esteri israeliano, il nazionalista di destra Avigdor Lieberman, è noto per il suo linguaggio particolarmente spiccio e diretto. Ieri ne ha dato prova durante un incontro con i ministri degli esteri di Francia e Spagna, scrive Haaretz. Il riferimento alla Cecoslovacchia allude agli accordi di Monaco del 1938, quando le potenze europee scesero a patti con Hitler assecondando i suoi desideri di annessione della Cecoslovacchia alla Germania.

“Risolvete i vostri problemi in Europa prima di venire a lamentarvi da noi: forse allora sarò aperto ai vostri suggerimenti. Israele non sarà la Cecoslovacchia del 2010”

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.