• Mondo
  • martedì 28 Settembre 2010

«Volete o no ammazzare questo tizio?»

ABC e CNN hanno ottenuto i video delle confessioni dei soldati che avrebbero ucciso civili afghani per divertimento

La ABC e la CNN hanno ottenuto stralci delle riprese degli interrogatori ai soldati dell’esercito americano che da qualche mese sono accusati di aver ucciso civili afghani per divertimento e averne in qualche caso tenuto le dita e altre parti del corpo come trofeo. I soldati coinvolti in uno dei più gravi casi di violenze ingiustificate accaduti in nove anni di guerra in Afghanistan sono dodici, cinque di questi accusati di aver ucciso deliberatamente tre civili, gli altri sette di aver coperto il crimine.

Nel video (minuto 1.00), il soldato Jeremy N. Morlock racconta come la vittima fosse disarmata e non costituisse una minaccia quando è stata uccisa da lui e i suoi colleghi. L’ordine sarebbe stato dato dal sergente dell’unità, Calvin Gibbs, l’uomo accusato di aver tenuto le dita di almeno uno dei civili uccisi.

«Così abbiamo identificato il corpo e Gibbs ha detto una cosa come…  “Allora, volete o no ammazzare questo tizio?” […] Ha tirato fuori una delle sue granate, una granata americana, poi mi ha detto dove andare a sparargli. Uccidilo, uccidilo.»

Secondo la dichiarazione di Morlock, i soldati avrebbero sparato all’uomo indifeso e poi lanciato una granata sul corpo morto in modo che sembrasse vittima di combattimenti. La CNN ha mandato in onda un altro estratto dagli interrogatori (minuto 3.54 del video sotto), la confessione di un soldato sull’uso di droghe leggere all’interno dell’unità.

https://www.youtube.com/watch?v=GduQ85Rq41A
In seguito l’avvocato del soldato ventiduenne Morlock, Michael Waddington, ha dichiarato che la confessione del suo cliente non poteva essere considerata affidabile perché rilasciata sotto l’effetto di farmaci pesanti, tra cui diversi antidepressivi. «Il mio cliente non ha ucciso nessuno. Non ha usato né proiettili né granate per uccidere quelle persone».