• Mondo
  • mercoledì 22 Settembre 2010

Le Olimpiadi dell’Impero Britannico scricchiolano

Nel villaggio che dovrebbe ospitare gli atleti mancano le più basilari norme igieniche e di sicurezza

La squadra scozzese ha cancellato il volo per Delhi, ieri due atleti avevano già annunciato il ritiro

Aumentano le defezioni per i prossimi Giochi del Commonwealth, che si terranno a Delhi, in India, dal 3 al 14 ottobre. Ieri la campionessa mondiale di lancio del disco Dani Samuels e un atleta inglese di salto triplo hanno comunicato che non parteciperanno alla competizione, lamentando le precarie condizioni di sicurezza del villaggio in cui dovrebbero essere ospitati gli atleti. Oggi la nazionale scozzese ha rinviato il suo volo per Delhi, previsto per domani.

La struttura che dovrebbe ospitare gli atleti è stata ampiamente criticata dai rappresentanti della Federazione dei Giochi del Commonwealth. Gli ultimi sopralluoghi hanno infatti verificato la mancanza di alcune delle più basilari norme igieniche e di sicurezza. «I bagni non funzionano e ci sono anche problemi di elettricità», ha detto il manager della squadra neozelandese Dave Currie, «la verità è che il villaggio non è pronto a ospitare gli atleti, quindi gli atleti non verranno».

La situazione si è ulteriormente aggravata quando ieri un ponte costruito nello stadio principale di Jawaharlal Nehru è crollato ferendo 27 operai. Sul villaggio degli atleti pesano mesi di ritardo e sospetti di corruzione. Un’inchiesta dello scorso luglio della commissione anti-corruzione del governo indiano avrebbe scoperto alcuni accordi illeciti nella gestione degli appalti e avrebbe verificato l’uso di materiali di costruzione molto scadenti. In alcune zone del villaggio si sono addirittura formati degli stagni in seguito alle incessanti piogge monsoniche delle ultime settimane. E ora gli atleti temono anche di potersi ammalare di dengue, una malattia febbrile causata dalle punture di un particolare tipo di zanzara, la Aedes Aegypti.

I Giochi del Commonwealth sono una manifestazione sportiva tenuta ogni quattro anni che richiama i migliori atleti delle nazioni del Commonwealth, la confederazione di 53 nazioni che sono state soggette all’Impero Britannico. Tipicamente ai giochi partecipano circa 5.000 atleti, rendendo questa manifestazione uno dei più grandi eventi internazionali in termini di partecipanti. Le quattro nazioni costitutive del Regno Unitio – Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord – partecipano ai giochi con squadre separate. La squadra inglese deciderà se partire o meno per Delhi solo nei prossimi giorni.