• Mondo
  • domenica 2 maggio 2010

L’eroe del giorno

È il venditore ambulante di T-Shirt che ha notato per primo il fumo che usciva dall'autobomba: già popolarissimo nei commenti in rete

Intorno a Times Square il tasso di venditori ambulanti di hot dog si riduce in favore di quello dei venditori ambulanti di t-shirt, soprattutto l’onnipresente “I love New York” col cuore. È uno di loro il primo a essersi accorto che c’era qualcosa di strano nella Nissan Pathfinder parcheggiata sulla 45ma Strada all’angolo con Broadway – accanto al supernegozio di giocattoli Toys’R Us – e a segnalare il fumo che ne usciva agli agenti.

Per ora di lui si sa solo che è un veterano del Vietnam, e questo ha già accelerato la mitizzazione letteraria della sua accortezza. Ha avvisato l’agente Wayne Rhatigan, che a sua volta ha chiamato una collega dopo aver visto il fumo: i due hanno allontanato le persone intorno all’auto e hanno chiamato rinforzi.

Il venditore ambulante diventerà un personaggio molto rapidamente. Dall’11 settembre 2001 in poi le autorità per la sicurezza statunitensi hanno investito sempre di più i cittadini del compito di segnalare ogni possibile rischio, pericolo o stranezza sospetta: essere “la prima linea della difesa dal terrorismo”.

aggiornamento: l’uomo pare chiamarsi Lance Orton. Ne scrive nel pomeriggio il New York Times.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.