• Mondo
  • venerdì 30 aprile 2010

Sarà Sidney Thomas il nuovo giudice della corte suprema?

Obama lo ha già incontrato per discutere dell'incarico

Sidney Thomas potrebbe essere il prossimo giudice nominato da Barack Obama per la Corte Suprema. Come spiega la CNN, il presidente avrebbe già incontrato Thomas per proporgli l’incarico. Obama sarebbe dunque prossimo alla scelta del nuovo membro della Corte, decisione che dovrebbe essere ufficializzata entro la fine del prossimo maggio.

Il nuovo giudice subentrerà al giudice John Paul Stevens che ha deciso di ritirarsi. La nomina entro la fine di maggio da parte del presidente dovrebbe consentire al Senato di terminare entro settembre la procedura di conferma, consentendo così al neonominato di partecipare alla nuova sessione della Corte Suprema prevista per l’autunno. Il presidente provvede alla nomina, ma deve poi attendere il consenso dei senatori.

Sidney Thomas è nato nel 1953, è di Bozeman (Montana, USA) e nel corso della sua carriera da avvocato e magistrato si è occupato di contenziosi legali sulla bancarotta, sul commercio e sulle norme per i mezzi di comunicazione. Secondo l’Associated Press, la Corte con sede a San Francisco che Thomas presiede è considerata di orientamento liberal, ma lui è ritenuto indipendente. La sua scelta indicherebbe anche l’intenzione di stare alla larga dalle comunità legali e politiche di Washington e della Ivy league.

Nel corso degli ultimi giorni, Obama ha considerato diverse alternative per il seggio e sarebbe ora intenzionato a organizzare una nuova serie di colloqui. In lizza dovrebbero esserci anche i giudici Diane Wood e Elena Kagan, che al momento non avrebbero però incontrato il presidente. «Obama li aveva già visti l’ultima volta che c’era un seggio vacante per l’alta corte oppure aveva già avuto modo di conoscerli in altre occasioni». Secondo alcune voci, per ora non confermate, la scorsa settimana Obama avrebbe anche incontrato il giudice Merrick Garland.