ProPublica, giornale online da premio Pulitzer

Fondato nel 2007, ProPublica non ha fini di lucro e vive grazie alle donazioni di privati e fondazioni

L'inchiesta fu pubblicata la scorsa estate dal magazine del New York Times

Il giornale online ProPublica ha vinto il premio Pulitzer per il giornalismo investigativo. ProPublica è un sito internet fondato nel 2007, non ha fini di lucro e vive grazie alle donazioni di privati cittadini e fondazioni filantropiche. Il suo direttore è Paul Steiger, direttore del Wall Street Journal fino all’acquisto del quotidiano finanziario statunitense da parte di Rupert Murdoch, la sua redazione è formata da 32 giornalisti.

L’inchiesta premiata si riferisce ai giorni immediatamente successivi all’uragano Katrina, quando in un ospedale di emergenza allestito nella città di New Orleans medici e infermieri furono costretti a scelte particolarmente drammatiche e dolorose, di fronte al numero gigantesco di feriti gravi e alla mancanza di strumenti e medici. L’inchiesta è stata realizzata da Sheri Fink, medico e giornalista di ProPublica, ed è stata pubblicata lo scorso agosto sul magazine del New York Times. “Un articolo”, si legge nelle motivazioni del premio, “che testimonia le decisioni cruciali – vita o morte – che fu costretto a prendere un medico esausto, quando il suo ospedale si trovò di fatto isolato a seguito dei danni provocati dall’uragano”. Si tratta della prima volta che un sito internet vince un premio Pulitzer.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.