Generatore automatico di esercitazioni per il concorso insegnanti

Quesito 1

Indicare in quale delle seguenti alternative viene rispettata l’alternanza di “vocale-consonante”:

1) A E I O U IPSILON brigittebardòbardò eeee meuamigocharlie

2) Giro la ruota

3) Eferefereferefereferer (però non fare la prova a voce alta, come faccio io, che ti mandano subito dal logopedista)

4) Donneturututtuincercadiguai.

Quesito 2

Un pittore vuole scrivere MIUR SUCA sul muro con otto colori diversi, a coppie, però diviso due e moltiplicato per nove, e senza fare ripetizioni, ma solo doppioni:

1) Quanto impiegherà a completare l’album Panini?

2) Visto che può lanciare solo un dado (e se fa spigolo non vale): quanti tiri dovrà effettuare affinché sulla ruota di Napoli esca un numero multiplo di tre, diviso cinque, per quattro?

3) Non c’hai capito niente? Vabbé, almeno dimmi questo:
L’insieme a cui appartengono gli appassionati di motociclismo, i Ministeriali e i drogati è per caso quello del diagramma 7, in cui si intersecano:

a) Persone che lavorano al Ministero dell’Istruzione e della Ricerca

b) Persone che lavorano al Ministero dell’Istruzione e della Ricerca che impennano col motorino nei corridoi mentre fumano crack

c) Persone che lavorano al Ministero dell’Istruzione e della Ricerca che scrivono quiz preselettivi mentre impennano col motorino nei corridoi e fumano crack

d) Vecchiette scippate da tossici in motorino lungo i corridoi del Ministero

Oppure quello del diagramma 5 in cui si intersecano:

a) Tutti quelli che si chiamano Ennio

b) Tutti gli zii che si chiamano Ennio

c) Tutti quelli che hanno uno zio che si chiama Ennio

d) Tutti quelli che hanno almeno uno zio che si chiama Ennio, lavora al MIUR e può procurare una raccomandazione.

Quesito 3
Il bidet si trova tra il lavabo e la doccia. Quindi se devi orinare, evita di farlo dentro dentro al vaso da fiori, che la mamma di Alessandro ci tiene (e non si capisce perché lo tenga in bagno tra la vasca e il bidet). Ma se proprio dovesse scapparti, è già meglio di pisciare dentro l’oliera, e magari poi condirci il pane, che è dietro la bottiglia (in cui abbiamo dovuto metterci i fiori, visto che dentro al vaso c’hai pisciato, brutto zozzone).

Se la bottiglia decidi di bertela tutta da solo, attenzione a non essere troppo ubriaco quando andrai a prendere Silvia, che abita tra la chiesa e il panificio (Silvia è una ragazza tutta casa, chiesa e sfilatini al sesamo) perché corri il rischio di fermarti al distributore, che è tra la chiesa e casa di Silvia, e – sovrastimando le tue dimensioni – che a te appaiono quelle di un asta di un metro, gravata da un peso di 425 kg a 45 centimetri dal centro, e a Silvia invece appaiono per quelle che sono realmente (cioè #= -$ +@) – orinare dentro al serbatoio della macchina.

1 2 3 4 Pagina successiva »