Brunetta subito in Cina! C’è bisogno di lui

C’era qualche preoccupazione sul rientro della nazionale della Corea del Nord in patria. Il non eccezionale 7-0 ottenuto con il Portogallo aveva fatto ipotizzare a qualcuno che i giocatori potessero essere inviati in un campo di lavoro. Le ipotesi restano sul campo ma quello che è certo è che nello scalo a Pechino i giocatori sono stati ospitati in un hotel a 5 stelle e tutta la delegazione ha ricevuto una lauta cena in un ristorante della capitale cinese di proprietà dello stato coreano. E’ vero che alla partenza c’erano mille persone festanti e al ritorno solo pochi funzionari (immagino tristi) ma da qui al campo di lavoro…

In Inghilterra si dibatte sul futuro di Capello. Un giorno, l’altro ieri ad esempio, sembra traballare la sua panchina della nazionale. Un altro, ieri, sembra un po’ più solida. Fra i nomi dei possibili sostituti pare rimasto solo Redknapp, manager del Tottenham dopo che Roy Hodgson ha preso il posto di Benitez al Liverpool. Oggi un aiuto per Capello è arrivato dall’ex c.t. della nazionale Sven Goran Eriksson che ha detto che la responsabilità della debacle inglese sarebbe il fatto che il campionato non si ferma a Natale e quindi i giocatori, senza una sosta, si logorerebbero più che negli altri campionati.

La leggenda del calcio olandese Johann Cruyff si è pronunciato: “Il Brasile? Non pagherei per vederlo… Ha
calciatori di talento, ma giocano in modo molto difensivo e poco interessante. E’ una vergogna per i tifosi e per il torneo, perchè è una di quelle squadre che la gente vuole vedere”.

Il centrocampista tedesco Schweinsteiger, in vista del quarto di finale di sabato, mette le mani avanti. “Non dobbiamo abboccare alle provocazioni degli argentini. Loro sono fatti così, spero che l’arbitro sia in grado di prevenire queste situazioni”. Il Nobel per la Pace a Schweinsteiger non glielo toglie nessuno quest’anno.

L’importante è credere nella scienza. Ai giornalisti che gli chiedevano i tempi di recupero di Elano, il medico della nazionale brasiliana ha risposto: “Spero nell’aiuto di Dio”.

Per fare ognuna delle maglie di Olanda e Brasile che si affrontano domani nel primo quarto di finale sono state necessarie 8 bottiglie di acqua di plastica. Lo ha fatto sapere la Nike che su ‘sta cosa del riciclaggio ci ha giocato molto. Tra l’altro si è saputo che le bottiglie scelte provenivano da discariche di Taiwan e Giappone. Chissà cos’hanno di speciale?

Ieri l’ex allenatore della nazionale francese Domenech è stato ascoltato dalla Commissione Affari culturali dell’Assemblea Nazionale. Doveva riferire su quello che è successo in Sud Africa e su come mai i bleus abbiano avuto una prestazione così scadente. Detto che lui ha definito i giocatori “viziati”, che ha dato la colpa all’Equipe che ha fatto saltare il pentolone con quella prima pagina in cui metteva in piazza la frase che gli avrebbe detto Anelka e che questa udienza ha fatto arrabbiare la FIFA che non tollera ingerenze politiche nel calcio la cosa divertente della giornata è stata un’altra. Il deputato Lionel Tardy ha spiattellato sulla sua pagina di Twitter tutto quello che stava succedendo in commissione dopo che Domenech aveva chiesto che la seduta si svolgesse a porte chiuse. Peccato che dopo un po’ qualcuno se n’è accorto e sulla pagina del deputato è apparso il messaggio: “Direct audition Escalettes et Domenech : j’ai pris un carton rouge …. fin des tweets !!!”.

Per fortuna Brunetta non fa il ministro in Cina. Negli ultimi giorni c’è stato un considerevole aumento di visite in ospedale a causa di sintomi legati alla stanchezza e alle poche ore di sonno. A causa del fuso, infatti, le partite si giocano in tarda serata e di notte e molti cinesi stanno svegli per seguire gli incontri. La polizia starebbe anche indagando su un giro di certificati medici falsi per saltare la giornata di lavoro proprio per riuscire a recuperare le ore di sonno perse. Orroreeee!!!

Il movimento neoborbonico (ci mancava anche questa…) starebbe distribuendo ai tifosi napoletani di Maradona e compagnia una bandiera con i colori bianco-azzurri dell’Argentina e al centro lo stemma borbonico del Regno delle due Sicilie. Non mi sembrava vera ‘sta cosa. E allora sono andato sull’home page del sito del Movimento e la bandiera ahimè c’è.

I ragazzi si stanno riposando. Niente partite ieri e neanche oggi. Si torna in campo domani con i quarti di finale.