YouTube ha rimosso una pubblicità perché faceva troppa paura

YouTube ha rimosso una pubblicità perché faceva troppa paura

Il 14 agosto YouTube ha rimosso una pubblicità per il film The Nun – La vocazione del male, il quinto della serie iniziata con L’evocazione – The Conjuring. La pubblicità durava 6 secondi e partiva in automatico prima di altri video. Iniziava con un finto segno che diceva che l’audio era stato abbassato (cosa che portava chi era davanti al computer ad alzarlo al massimo, nel tentativo di rimediare), poi arrivava la cattivissima e terrificante suora protagonista del film, che faceva un urlo decisamente pauroso. È uno di quei momenti definiti “jumpscare“, perché fanno fare improvvisi salti sulla poltrona (a maggior ragione se non si sa che quella è la pubblicità di un film horror). YouTube ha rimosso la pubblicità dopo la segnalazione di alcuni utenti.

Se proprio ci tenete, è qui. Certo, ora che lo sapete l’effetto sarà probabilmente diverso. Ma nel caso queste cose vi spaventino, non guardatelo (e comunque tenete il volume basso).

Il trailer del film, che arriverà in Italia a settembre:

Rooney non ha smesso di essere un giocatore formidabile

Rooney non ha smesso di essere un giocatore formidabile

Da qualche settimana il calciatore britannico Wayne Rooney – uno dei più forti degli ultimi 15 anni – gioca negli Stati Uniti nella squadra D.C. United, a Washington. Ieri, durante la partita di campionato contro Orlando, ha fatto una cosa davvero notevole. Quando mancavano 50 secondi alla fine della partita e il risultato era sul 2-2 ha inseguito per tutto il campo un attaccante avversario lanciato da solo in contropiede, lo ha fermato con una scivolata, ha recuperato palla e quasi da centrocampo ha fatto un cross che ha permesso a un suo compagno di squadra Luciano Acosta di segnare di testa il gol del 3-2 per i D.C. United. Dopo il gol, non è sembrato che Rooney avesse ancora fiato per esultare.

La stazione della metropolitana di Milano Porta Venezia continuerà a essere ?

La stazione della metropolitana di Milano Porta Venezia continuerà a essere ?

L’Azienda Trasporti Milanesi (ATM) ha annunciato che la stazione Porta Venezia della linea 1 della metropolitana di Milano continuerà a essere decorata con l’arcobaleno del Pride allestito lo scorso giugno per una campagna pubblicitaria organizzata da Netflix, in sostegno della manifestazione. Dal palco del Pride, lo scorso 30 giugno, il sindaco di Milano Beppe Sala aveva detto che i colori del Pride sono «i colori di Milano», e aveva chiesto ad ATM di mantenere i muri della stazione color arcobaleno. Quella di Porta Venezia è ora la seconda stazione metropolitana del mondo, dopo la fermata Beaudry della metropolitana di Montreal, in Canada, a essere dipinta così.

Nuovo Flash