I Paesi Bassi spiegati a Donald Trump

I Paesi Bassi spiegati a Donald Trump

Zondag met Lubach è un programma satirico olandese del comico Arjen Lubach trasmesso di domenica dalla rete televisiva VPRO. Dura 30 minuti ed è simile a programmi americani come il Tonight Show Starring Jimmy Fallon. Nella trasmissione del 22 gennaio Lubach ha parlato dell’insediamento del presidente degli Stati Uniti Donald Trump e poi ha mandato in onda un video in cui ironicamente i Paesi Bassi vengono presentati a Trump. Il video, che è in inglese e ha i sottotitoli, imita lo stile oratorio di Trump (e la sua voce) ed è molto divertente. Prende anche in giro alcune cose dei Paesi Bassi, ad esempio alcune norme fiscali del paese.

Cose che uno non si aspetta di trovare sul tetto della macchina

Cose che uno non si aspetta di trovare sul tetto della macchina

A molti sarà capitato di trovare a un certo punto un gatto acciambellato a riscaldarsi sul cofano della macchina, ma quasi nessuno avrà trovato sul tetto un grosso leone marino, che si guarda attorno con aria pigra e regale prima di crollare lungo disteso per un sonnellino. È successo sabato scorso a Melanie J. Sceva Hill, la proprietaria della Honda Civic scelta dal leone marino in questione in un parcheggio di Freeland, nello stato di Washington, che ha filmato la scena e l’ha pubblicata online, poco prima che l’animale venisse ingiustamente scomodato e allontanato da due poliziotti.

Grillo ha davvero detto che «servono uomini di Stato forti come Trump e Putin»?

Grillo ha davvero detto che «servono uomini di Stato forti come Trump e Putin»?

Un’intervista data da Beppe Grillo al settimanale francese Journal du Dimanche è finita domenica pomeriggio sui siti dei principali giornali italiani, per un passaggio in cui Grillo dice: «La politica internazionale ha bisogno di uomini di Stato forti come loro», riferendosi al presidente degli Stati Uniti Donald Trump e a quello russo Vladimir Putin.

 

Dopo la diffusione dell’intervista, che non è disponibile gratuitamente sul sito del Journal du Dimanche, Grillo ha smentito in una nota quel passaggio, dicendo: «Ci risiamo con i traduttori traditori. Non ho mai detto che servono uomini forti come Trump e Putin, piuttosto ho spiegato come la presenza di due leader politici di grandi Paesi come Usa e Russia predisposti al dialogo è un punto di partenza molto positivo, perché apre a scenari di pace e distensione». Camille Neveux, giornalista che ha firmato l’intervista insieme a Virginie Ria, ha risposto su Twitter a una richiesta di chiarimenti di Mario Tedeschini-Lalli, tra i più attivi esperti di giornalismo in Italia: Neveux dice che Grillo stesso ha riletto e approvato l’intervista.

Nuovo Flash