C’è un nuovo video degli OK Go, pieno di fogli di carta

C'è un nuovo video degli OK Go, pieno di fogli di carta

È uscito il video di Obsession, il nuovo singolo del gruppo statunitense OK Go, famoso soprattutto per le coreografie molto originali dei loro video (come quello in cui fluttuano dentro un aereo). Per realizzarlo sono state utilizzate 567 stampanti e moltissimi fogli, che nel corso del video creano pattern o mosaici di fotografie, prima di cadere a terra: per vederli meglio conviene impostare la qualità di riproduzione di YouTube al massimo.

A Donald Trump non sta bene di essere «probabilmente» la persona dell’anno

A Donald Trump non sta bene di essere «probabilmente» la persona dell'anno

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha scritto su Twitter di aver rifiutato una proposta del magazine americano Time di essere la persona dell’anno per la rivista anche nel 2017 (lo è stato nel 2016):

«La rivista Time mi ha chiamato per dirmi che PROBABILMENTE sarei stato nominato “uomo (persona) dell’anno” come l’anno scorso, ma che avrei dovuto acconsentire a un’intervista e a un grosso servizio fotografico. Ho risposto che probabilmente non va bene, e ho declinato. Grazie lo stesso!».

Time ha smentito quanto detto da Trump, scrivendo su Twitter: «Il presidente sbaglia sul modo in cui scegliamo la persona dell’anno. Time non fa commenti sulla scelta fino alla pubblicazione del numero dedicato, che avverrà il 6 dicembre».

Nel 2015 la persona scelta dalla rivista era stata la cancelliera tedesca Angela Merkel, che non fu né intervistata né fotografata per la rivista, bensì rappresentata sulla copertina da un dipinto. Trump ha sempre avuto un rapporto controverso con il numero sulla persona dell’anno di Time; dopo la scelta di Merkel ad esempio si era lamentato su Twitter che la rivista non avrebbe mai scelto lui come persona dell’anno.

La copertina di Time con Trump come persona dell’anno arrivò nel 2016:

Molte persone hanno preso in giro Trump per il suo tweet, tra cui il tennista Andy Murray e l’attrice comica Julia Louis-Dreyfus.

Zerocalcare, i licei romani e le notizie false

Zerocalcare, i licei romani e le notizie false

Il fumettista Zerocalcare ha risposto con una serie di tavole a chi gli ha chiesto di commentare le vicende intorno alla occupazione del liceo Virgilio di Roma, e soprattutto il modo sensazionalistico – e poco accurato – con cui sono state raccontate dai giornali locali e nazionali.
Ci vuole un po’ di senso della misura, dice lui.

Dice "puoi dire che ne pensi di tutto il macello di questi giorni intorno ai licei romani?" Questo.

Posted by (Z)ZeroCalcare on Freitag, 24. November 2017

Nuovo Flash