La polizia di New York si è data da fare per far fidanzare questi due

La polizia di New York si è data da fare per far fidanzare questi due

La polizia di New York ha pubblicato su Twitter e Facebook un video girato a Times Square che mostrava un uomo inginocchiarsi e chiedere alla sua ragazza di sposarlo; nell’emozione però l’anello di fidanzamento gli cadeva in una grata. Un poliziotto l’ha poi recuperato e ripulito e la polizia ha chiesto aiuto su Twitter, pubblicando il video e una foto dell’anello, per ritrovare la coppia.

Che alla fine della storia è stata ritrovata.

Circola una falsa vignetta di Altan su Laura Castelli

Circola una falsa vignetta di Altan su Laura Castelli

Da qualche giorno sta girando una vignetta con due personaggi del vignettista Altan ma con un testo che non è stato scritto da Altan. Nella vignetta uno dei due personaggi dice all’altro, commentando un fatto piuttosto evidente: «Guardi che ha un ombrello nel culo». Cosa a cui l’altro risponde: «Questo lo dice lei». È un riferimento a quanto detto il 23 novembre da Laura Castelli, viceministro dell’Economia, a Pier Carlo Padoan, ex ministro dell’Economia, durante una puntata di Porta a Porta. Padoan aveva detto: «Le spiego una cosa, se aumenta lo spread diminuisce il valore capitale degli attivi delle banche e quindi le banche si devono rifare alzando il costo del finanziamento». Al che Castelli aveva appunto risposto: «Questo lo dice lei». La frase è stata molto presa in giro nei giorni successivi, e probabilmente la falsa vignetta di Altan è nata così: sembra che l’abbia messa insieme questo utente di Facebook, poi ripreso da altri.

Zeitgeist.(Mashup Altan + cronaca politica)

Gepostet von Emanuele Dal Carlo am Mittwoch, 28. November 2018

Gli ombrelli – a volte in altre posizioni – sono ricorrenti nelle vignette di Altan.

Conte sta usando parecchio Instagram, al G20

Conte sta usando parecchio Instagram, al G20

In questi giorni il presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte è a Buenos Aires per il summit del G20, il gruppo che riunisce 19 tra gli stati più industrializzati al mondo più l’Unione Europea. Per documentare la sua visita, il suo staff sta usando parecchio Instagram: scorrendo il profilo di Conte, si vedono una foto con Donald Trump, un’altra in un famoso caffè di Buenos Aires, un’altra ancora con i principali leader europei, e così via. Il suo profilo viene anche aggiornato con delle Stories: quelle di ieri per esempio riguardano il presidente del Cile.

View this post on Instagram

A margine dei lavori del #g20argentina con @realdonaldtrump

A post shared by Giuseppe Conte (@giuseppeconte_ufficiale) on

View this post on Instagram

Appena arrivato a Buenos Aires dove, a partire da domani, sarò impegnato con il G20, il summit internazionale che vede coinvolti i venti Paesi più industrializzati al mondo. I temi principali di quest’anno sono particolarmente interessanti: il lavoro del domani, le infrastrutture per lo sviluppo e un futuro alimentare sostenibile. Sarà dunque un’ottima occasione per affrontare alcune tematiche che ci vedono impegnati da vicino in Italia e per condividere con gli altri leader mondiali la nostra idea di cambiamento. Nella giornata di oggi sarò prima all’Università di Buenos Aires, dove inaugurerò il Centro di Alti Studi Italo-argentini e a seguire terrò una “Lectio Magistralis” sul tema della responsabilità e dello sviluppo sostenibile. Successivamente mi recherò alla “Casa Rosada” dove avrò un incontro bilaterale con il Presidente della Repubblica Argentina Mauricio Macri @mauriciomacri 🇦🇷

A post shared by Giuseppe Conte (@giuseppeconte_ufficiale) on

Nuovo Flash