Una compagnia aerea norvegese vi invita ad andare a Los Angeles dato che Brad Pitt è single

Una compagnia aerea norvegese vi invita ad andare a Los Angeles dato che Brad Pitt è single

La compagnia aerea Norwegian ha pubblicato su alcuni quotidiani e sui social network una nuova pubblicità che invita a comprare un volo per Los Angeles, negli Stati Uniti, dato che Brad Pitt è di nuovo single dopo l’annuncio del divorzio con Angelina Jolie. La pubblicità è una semplice scritta su fondo rosso (uno dei colori della compagnia) e dice “Brad er singel” in norvegese, “Brad is single” in inglese, cioè “Brad è single”; sotto si legge che un volo diretto da Oslo a Los Angeles costa 1.199 corone norvegesi, cioè circa 132 euro. La pubblicità è stata pubblicata sul tabloid norvegese VG.

https://twitter.com/carlomrighetto/status/779224097851117568

https://twitter.com/hannahkatrina/status/778877239945465856

Il nuovo singolo di The Weeknd, coi Daft Punk

Il nuovo singolo di The Weeknd, coi Daft Punk

Il cantante e produttore canadese The Weeknd ha diffuso il singolo del suo nuovo disco, che si chiama Starboy e uscirà il 25 novembre. Il singolo, che si chiama come il nuovo disco, è stato realizzato in collaborazione coi Daft Punk, il famoso duo di musicisti e produttori di elettronica che sono sostanzialmente spariti dopo aver pubblicato il gran disco Random Access Memories, nel 2013. Starboy sarà il terzo disco in studio per The Weeknd, dopo Kiss Land e Beauty Behind the Madness, usciti rispettivamente nel 2013 e 2015.

La canzone più campionata della storia

La canzone più campionata della storia

Il sito WhoSapmpled.com è pieno di appassionati di musica che da anni cercano e annotano i campionamenti musicali, quei casi in cui nuove canzoni contengono (spesso con modifiche) brevi pezzi di vecchie canzoni. FiveThirtyEight ha analizzato tutti di dati del sito per trovare la canzone più campionata della storia: è “Amen, Brother”, un pezzo dei Winstons, un gruppo soul e funk degli anni Sessanta. La parte campionata dura pochi secondi e fa così:

“Amen, Brother” è stata campionata più di duemila volte e tra quelli che ne hanno usato quei sei secondi ci sono gli N.W.A., i Prodigy, gli Slipknot, Janet Jackson e David Bowie. FiveThirtyEight ha spiegato che la ragione ha a che fare con tre questioni: «l’invenzione di due nuovi generi musicali, una rivoluzione tecnologica, e un famoso blackout». Il blackout è quello che colpì New York nel 1977, proprio quando in città si stava diffondendo l’hip hop. Per fare hip hop servivano però due cose piuttosto care: dischi e giradischi. Il blackout creò molta confusione: ci furono furti nei negozi musicali e anche i più poveri riuscirono ad avere (perché lo rubarono o perché lo comprarono al mercato nero) quel che serviva loro per fare musica. Prima di allora i DJ erano pochi, dopo diventarono molti di più: se avete Netflix sono tutte cose raccontate molto bene in The Get Down.

Il primo DJ famoso a campionare la canzone fu Afrika Bambaataa: quando i DJ diventarono tanti, in molti campionarono quella canzone, ispirandosi a lui (o copiandolo: punti di vista). “Amen, Brother” si diffuse ancora di più negli anni Ottanta, quando arrivarono i campionatori, strumenti elettronici che resero molto più semplici i campionamenti: dopo aver avuto successo nell’hip hop quei sei secondi ebbero quindi un altro grande successo grazie alla musica dance ed elettronica. La seconda e la terza canzone più campionata di sempre sono “Change the Beat” di Beside e “Think (About It)” di Lyn Collins.

Nuovo Flash