Il governatore del Wisconsin è stato rieletto rivendicando di essere «noioso»

Il governatore del Wisconsin è stato rieletto rivendicando di essere «noioso»

Alle elezioni di metà mandato negli Stati Uniti è stato rieletto nello stato del Wisconsin il governatore uscente Tony Evers, del Partito Democratico, che ha battuto il Repubblicano Tim Michels. Evers è un ex preside scolastico che ha fatto campagna elettorale viaggiando su un vecchio scuolabus: è un moderato con un’immagine pubblica seria, composta e morigerata. Durante il suo discorso della vittoria, Evers ha rivendicato la sua immagine di uomo tutto sommato «noioso», con una certa ironia:

«Alcune persone [mi] definiscono noioso, ma sapete che c’è, Wisconsin? A quanto pare, il noioso vince».

Il cast della nuova edizione di LOL

Il cast della nuova edizione di LOL

Mercoledì è stato presentato il cast della prossima edizione di LOL, il programma di Amazon Prime Video in cui alcuni comici si sfidano a stare insieme per sei ore consecutive cercando di non ridere mai (e dove ognuno cerca di far ridere gli avversari, per eliminarli). La prossima edizione sarà la terza e arriverà sulla piattaforma di Amazon nel 2023, ma al momento non si sa il mese preciso. Del cast faranno parte Cristiano Caccamo, Marina Massironi, Paolo Cevoli, Nino Frassica, Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu, Fabio Balsamo, Marta Filippi, Brenda Lodigiani e Herbert Ballerina.

– LOL: vietato ridere e si ride

Il video di Sean Penn che regala uno dei suoi Oscar a Volodymyr Zelensky

Il video di Sean Penn che regala uno dei suoi Oscar a Volodymyr Zelensky

Martedì durante una visita a Kiev il noto attore statunitense Sean Penn ha regalato uno dei due Oscar che aveva vinto come migliore attore – nel 2004 per Mystic River e nel 2009 per Milk – al presidente ucraino Volodymyr Zelensky. In un video condiviso sul canale Telegram di Zelensky, Penn porge la statuetta al presidente ucraino e gli spiega che «è solo una sciocchezza simbolica», ma aggiunge che lui si sentirà «meglio a sapere che qui c’è un pezzo di me». Zelensky accetta l’Oscar, definendolo «un grande onore» e in un successivo scambio di battute Penn gli dice che potrà riportarglielo a Malibu dopo che avrà vinto la guerra. Penn è impegnato da anni nel campo umanitario ed era già stato in Ucraina due volte durante la guerra: nel video lo si vede a sua volta ricevere un riconoscimento all’Ordine del Merito da parte dell’Ucraina.

Nuovo Flash