Il video dei manifestanti in Sri Lanka che fanno il bagno nella piscina del palazzo presidenziale

Il video dei manifestanti in Sri Lanka che fanno il bagno nella piscina del palazzo presidenziale

Sabato mattina in Sri Lanka molte persone sono riuscite a entrare nella residenza del presidente Gotabaya Rajapaksa nella città di Colombo. Secondo le prime informazioni Rajapaksa (fratello dell’ex primo ministro del paese che si era dimesso a maggio) è riuscito a fuggire, anche se al momento non si sa dove si trovi. Nel frattempo, una volta entrate nella sua abitazione, decine di persone hanno fatto il bagno nella sua piscina, come mostra un video che è stato condiviso dal Daily Mirror, un seguito giornale e sito d’informazione in inglese dello Sri Lanka.

Le proteste in Sri Lanka, che oggi si sono intensificate con nuove e imponenti manifestazioni, vanno avanti da aprile: i manifestanti accusano il governo di essere corresponsabile della crisi economica, considerata la peggiore dal 1948, l’anno in cui lo Sri Lanka ottenne l’indipendenza dal Regno Unito.

Un fulmine visto da molto, troppo vicino in auto

Un fulmine visto da molto, troppo vicino in auto

Volendo riprendere alcuni fulmini mentre stava viaggiando in autostrada, Michaelle May Whalen ha puntato la fotocamera del proprio smartphone verso il pick-up che la precedeva e sul quale si trovava suo marito, proprio quando un fulmine ha centrato in pieno il veicolo producendo fumo e scintille. Il marito e i suoi compagni di viaggio non si sono fatti male, ma il pick-up ha subìto vari danni, soprattutto alle sue strumentazioni elettriche.

Il video, poi condiviso online, è stato ripreso da vari meteorologi che lo hanno definito una delle “più incredibili” riprese da vicino di un fulmine. In passato ne erano già stati registrati di notevoli, per esempio dalle telecamere di sicurezza puntate su edifici con parafulmini, ma gli avvistamenti di episodi simili che coinvolgono automobili sono più rari.

Dal video al rallentatore diventa evidente come in realtà il veicolo sia stato colpito da una rapida sequenza di quattro fulmini, o per meglio dire da quattro scariche elettriche cielo-suolo. Il pick-up ha fatto da gabbia di Faraday, e ha cioè isolato l’ambiente interno dal passaggio dell’energia elettrica del fulmine all’esterno, che si è poi scaricata a terra. Se uno degli occupanti avesse avuto un braccio all’esterno a contatto con la struttura metallica del veicolo avrebbe probabilmente ricevuto un forte shock elettrico.

Il fumo visibile nel video è stato causato dal rapido riscaldamento della struttura dell’automobile e dell’aria circostante, proprio in seguito alla scarica elettrica molto intensa.

La copertina dell’Economist dedicata alla “caduta” di Boris Johnson

La copertina dell'Economist dedicata alla “caduta” di Boris Johnson

Lo stimato settimanale britannico Economist ha dedicato la copertina del suo prossimo numero cartaceo al futuro del Regno Unito dopo Boris Johnson, riferendosi alla notizia delle sue dimissioni da leader del partito Conservatore e primo ministro. Il titolo piuttosto eloquente del numero è «la caduta del pagliaccio»: è accompagnato da una fotografia scattata nel 2012, quando Johnson, allora sindaco di Londra, si fece calare da un’impalcatura con un’imbracatura per festeggiare la prima medaglia d’oro del Regno Unito alle Olimpiadi che si stavano svolgendo in città, restando poi sospeso a mezz’aria. Nella copertina, però, il filo che sospende Johnson è spezzato.

Nuovo Flash