L’appassionato messaggio di Tom Cruise contro il “soap opera effect”

L'appassionato messaggio di Tom Cruise contro il "soap opera effect"

Il famoso attore americano Tom Cruise ha pubblicato su Twitter un breve video in cui, insieme al regista Christopher McQuarrie, chiede ai possessori di televisioni ad alta definizione di imparare come si cambiano le impostazioni per evitare il cosiddetto “soap opera effect”. Qui trovate la spiegazione di cosa sia, questo soap opera effect, ma per farla breve: le televisioni ad alta definizione hanno un’impostazione pensata per migliorare la definizione delle immagini che però, quando si guardano i film, produce uno strano effetto per cui tutto sembra girato come in una brutta soap opera. Disattivare le impostazioni che causano il soap opera effect non è sempre facilissimo – bisogna infilarsi negli angoli più remoti del menù del televisore – ma Tom Cruise vi chiede di non demordere e di farvi aiutare da Google per capire come fare con il vostro modello di televisore. Da queste parti, comunque, sono ANNI che lo diciamo!

Come firma gli autografi un lottatore di sumo

Come firma gli autografi un lottatore di sumo

Su Twitter sta girando un video che mostra una strana consuetudine del sumo, lo sport di lotta tradizionale giapponese. I lottatori di sumo infatti firmano gli autografi lasciando l’impronta della mano su un foglio, dopo averla colorata di inchiostro. Questi fogli, conosciuti come tegata, solitamente vengono preparati in anticipo per essere distribuiti agli incontri, e per farlo i lottatori ricorrono a metodi piuttosto efficienti, come mostra il video.

Tre GIF per tre modi diversi di respirare degli animali

Tre GIF per tre modi diversi di respirare degli animali

Queste GIF della biologa e illustratrice Eleanor Lutz mostrano molto efficacemente tre modi diversi di respirare nel regno animale, ammesso vi foste mai chiesti se ci fossero differenze (ora ve lo starete chiedendo, quindi tutto bene).

Gli esseri umani inalano l’aria modificando la pressione nel petto attraverso il diaframma, cosa che permette di riempire i polmoni e poi vuotarli.

Negli uccelli, la respirazione avviene attraverso piccole sacche che accumulano l’aria e la spingono verso polmoni, che sono rigidi e non si contraggono come i nostri. L’aria attraversa i polmoni sempre nella stessa direzione, a differenza dei mammiferi, questo permette agli uccelli di inalare ossigeno anche durante l’espirazione. Il processo li aiuta a volare più efficacemente e a respirare a maggiori altitudini.

Gli insetti come le cavallette non hanno polmoni e non usano il loro apparato circolatorio per trasportare l’ossigeno verso le cellule. L’assunzione di ossigeno dall’esterno e il suo trasporto avvengono direttamente attraverso microscopici tubicini (tracheole).

Nuovo Flash