Anche Sasha Obama d’estate lavora come cameriera

Anche Sasha Obama d'estate lavora come cameriera

Sasha Obama ha 15 anni ed è la più giovane delle due figlie di Barack e Michelle Obama. Da un paio di giorni sta lavorando come cameriera da Nancy’s, un famoso ristorante di pesce di Martha’s Vineyard, un’isola del Massachusetts dove gli Obama vanno in vacanza. È un lavoretto estivo, una cosa frequente in Italia e ancora più diffusa negli Stati Uniti.

Da domani non ci sarà più nessun giornalista a Fleet Street

Da domani non ci sarà più nessun giornalista a Fleet Street

“Fleet Street” è un’espressione che nel Regno Unito viene usata per indicare il “giornalismo britannico”, perché è il nome della via del centro di Londra che ospitava le sedi dei principali quotidiani nazionali fino agli anni Ottanta. Il primo numero del primo quotidiano britannico, il Daily Courant, fu pubblicato in Fleet Street l’11 marzo 1702; oggi, il 5 agosto 2016, la storia del giornalismo in Fleet Street è finita. È stato l’ultimo giorno per gli ultimi due giornalisti che ci lavoravano, Gavin Sherriff e Darryl Smith, del giornale scozzese Sunday Post. In realtà la fine di Fleet Street – intesa come strada sede dei giornali britannici – era cominciata molto tempo fa, prima ancora della crisi dei giornali degli ultimi anni: nel 1986 l’imprenditore Rupert Murdoch spostò le sedi dei suoi giornali, il tabloid Sun, il Times, il Sunday Times e il News of the World, poi chiuso nel 2011. Nel giro di tre anni tutti i quotidiani nazionali si trasferirono in sedi più economiche nella parte orientale di Londra, dove i giornali cominciavano a essere stampati con dei sistemi computerizzati.

Nella fotografia si vedono Smith (a sinistra) e Sherriff mentre lavorano sui loro ultimi articoli nell’ufficio al 107 di Fleet Street.

fleet street(DANIEL LEAL-OLIVAS/AFP/Getty Images)

Gente che balla nei film degli anni Ottanta

Gente che balla nei film degli anni Ottanta

Il 5 agosto di trent’anni fa uscì “Dancing on the Ceiling”, il terzo disco di Lionel Richie. La prima canzone del disco era appunto “Dancing on the Ceiling”, che è ancora piuttosto famosa: «Oh, what a feeling / When we’re dancing on the ceiling». Per celebrare l’anniversario è stato messo su YouTube un video di quattro minuti che mette insieme alcune famose scene di gente che balla nei film degli anni Ottanta. La canzone in sottofondo è “Dancing on the Ceiling”, ovviamente.

Nuovo Flash