La pubblicità di Pantene con una bambina di un anno, famosa per i suoi capelli

La pubblicità di Pantene con una bambina di un anno, famosa per i suoi capelli

L’azienda di prodotti per capelli Pantene ha scelto come nuova testimonial pubblicitaria una bambina giapponese di un anno, di nome Chanco.  È famosa dallo scorso luglio, quando sua madre pubblicò su Instagram una sua foto con una notevole chioma di capelli neri. Da allora il suo account ha ottenuto 300 mila followers e convinto Pantene a reclutarla perché «la personalità di Chanco e il suo carattere speciale corrispondono all’immagine delle donne che vogliamo promuovere», ha spiegato
Yoshiaki Okura, responsabile del Giappone per i prodotti per capelli di Procter & Gamble, la multinazionale che controlla Pantene. Su Instagram ci sono già due pubblicità con Chanco protagonista, e un video che racconta la sua storia.

(Pantene)

Mezzo mondo sta chiedendo a HBO un soprannome in stile Soprano

Mezzo mondo sta chiedendo a HBO un soprannome in stile Soprano

In occasione dei vent’anni dalla trasmissione del primo episodio dei Soprano, considerata una delle migliori serie televisive di sempre, la rete via cavo statunitense che la produsse, HBO, ha pensato di dare soprannomi nello stile dei Soprano (cose come Sal “Big Pussy” Bonpensiero) su richiesta tramite il suo profilo ufficiale di Twitter. Hanno risposto in molti, compresi personaggi famosi come Roger Federer e Laura Dern e profili “aziendali” di social network, canali e serie televisive più disparati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La nuova astronave di SpaceX che sembra uscita da un fumetto

La nuova astronave di SpaceX che sembra uscita da un fumetto

Il CEO di SpaceX, Elon Musk, ha pubblicato su Twitter una fotografia del primo modello di prova di Starship, l’astronave che l’azienda spaziale intende utilizzare in futuro per i viaggi intorno alla Luna, per trasportare le persone da una parte all’altra della Terra e un giorno per raggiungere Marte. Il modello è costituito da tre grandi sezioni che sono state unite tra loro, raggiungendo un’altezza di circa 37 metri.

Il modello di prova è stato realizzato in acciaio e non volerà nello Spazio, ma sarà utilizzato per compiere i primi test di partenza e ritorno in verticale. SpaceX aveva fatto qualcosa di analogo anni fa, quando aveva testato i sistemi per il rientro controllato dei suoi Falcon 9, i razzi che dopo il lancio tornano alla base per poter essere recuperati e riciclati in nuovi lanci spaziali.

La Starship vera e propria sarà di diverse decine di metri più alta dell’attuale, mentre manterrà più o meno lo stesso diametro di 9 metri. Ora che la struttura è pronta, SpaceX lavorerà all’installazione di tutti gli altri componenti per rendere l’astronave di prova pronta ai primi test, che Musk confida di poter condurre entro qualche mese.

Musk ha detto di essere soddisfatto della resa visiva della sua astronave, che richiama la forma delle astronavi nei primi film di fantascienza e nei fumetti. Anche la versione definitiva manterrà la superficie metallizzata, almeno nei piani di Musk e salvo futuri cambiamenti.

Nuovo Flash