La prima pagina del New York Times fatta interamente con i nomi dei morti per il coronavirus

La prima pagina del New York Times fatta interamente con i nomi dei morti per il coronavirus

Stamattina il New York Times ha riempito la prima pagina della propria edizione cartacea con due soli elementi: un titolo che annuncia i 100mila morti per coronavirus negli Stati Uniti, e un lungo elenco testuale di una parte dei morti, ognuno dei quali raccontato con una breve descrizione. «Sapevamo che stavamo raggiungendo questo dato», ha commentato Simone Landon, che lavora per la redazione grafica del New York Times, «e sapevamo che in qualche modo avremmo dovuto farci i conti».

L’elenco – che in un altra forma si può leggere anche online – comprende il nome dei morti, la loro età e provenienza e frasi come «direttore d’orchestra con un orecchio formidabile», «imprenditore e avventuriero», «nota per creare spille elaborate e bouquet»; prosegue anche nelle pagine interne.  Negli Stati Uniti, i casi registrati di coronavirus sono più di 1,6 milioni.

L’assessore Gallera spiega l’indice di contagio, a modo suo

L'assessore Gallera spiega l'indice di contagio, a modo suo

L’assessore alla Sanità e al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera ha esposto venerdì – durante una conferenza quotidiana di informazioni sul coronavirus –  una sua spiegazione dell’indice di contagio piuttosto confusa e sbilenca, a essere indulgenti. E che rischia di disinformare le persone che cercassero di comprenderla sui meccanismi del contagio. Il video sta molto circolando in rete, aggiungendo un’ulteriore impressione di una certa incompetenza ai già estesi dubbi sulla preparazione della Regione Lombardia nel gestire la crisi.

«Per infettare me bisogna trovare due persone nello stesso momento infette, perché è a 0,50»

In serata Gallera ha cercato di chiarire la sua tesi con un nuovo video pubblicato sulla sua pagina Facebook, che però riprende la stessa informazione distorta sull’indice di contagio. Gallera difende la sua spiegazione dicendo di aver «semplificato un concetto affinché tutti potessero comprenderlo».

Il secondo trailer di “Tenet”, il nuovo film di Christopher Nolan

Il secondo trailer di "Tenet", il nuovo film di Christopher Nolan

È stato pubblicato il nuovo trailer di Tenet, il film di Christopher Nolan. Il trailer è stato mostrato in anteprima giovedì sera dentro il videogioco Fortnite – che ormai sta diventando molto più che un videogioco –  e successivamente pubblicato su YouTube. Tenet è l’undicesimo di film di Nolan (il decimo, Dunkirk, uscì nel 2017) e i protagonisti sono Robert Pattinson e John David Washington, figlio di Denzel. Qui si può vedere il primo trailer.

Dal secondo trailer non si capisce ancora di cosa parli il film: a quanto si sa dovrebbe essere un thriller di spionaggio ambientato in un mondo fantascientifico in cui i protagonisti hanno il compito di sventare una Terza guerra mondiale. Il trailer non specifica quando il film uscirà al cinema: per ora la data di uscita negli Stati Uniti è prevista per il 17 luglio, ma potrebbe essere rinviata nel caso in cui la pandemia da coronavirus peggiorasse e non permettesse la riapertura dei cinema.

Il trailer in lingua originale

Il trailer in italiano

– Leggi anche: Il cinema ripartirà da “Tenet”?

Nuovo Flash