Come aumenta e diminuisce la gente a Manhattan, in una GIF

Come aumenta e diminuisce la gente a Manhattan, in una GIF

A Manhattan, l’isola che costituisce la parte centrale di New York, abitano più di 1,6 milioni di persone, ma nel corso della giornata ce ne sono molte di più perché tante la raggiungono da altre parti di New York o dagli stati vicini, per lavorarci o per visitarla. Questa GIF condivisa su Reddit dà un’idea di come cambia la densità di persone che si trovano sull’isola nel corso della giornata. È stata realizzata con i dati della Metropolitan Transportation Authority (MTA), l’azienda di trasporto pubblico di New York, che dicono ora per ora quante persone passano per le diverse stazioni della metro. Si vede bene, per esempio, come nelle ore diurne dei giorni lavorativi le zone di Wall Street e Midtown, dove hanno sede moltissime grandi aziende, si riempiano di persone.

Dopo “Il congiuntivo”, Lorenzo Baglioni ha fatto un video sui logaritmi

Dopo “Il congiuntivo”, Lorenzo Baglioni ha fatto un video sui logaritmi

Lorenzo Baglioni, che aveva ottenuto un gran successo televisivo con la sua partecipazione all’ultimo Sanremo Giovani con la canzone “Il congiuntivo”, ha pubblicato il video della canzone “Logaritmi”. Parla, come potete immaginare, di quella che in matematica si definisce come la funzione inversa dell’esponenziale. Nel video della canzone, che era uscita a febbraio nell’album Bella, Prof!, Baglioni – che non è parente di Claudio – imita la Dark Polo Gang, un gruppo romano di musica trap molto popolare negli ultimi anni.

La Guida suprema dell’Iran ha trollato Trump?

La Guida suprema dell'Iran ha trollato Trump?

L’account Instagram dell’ayatollah Ali Khamenei, la Guida suprema dell’Iran, ha pubblicato una foto che lo ritrae alla fiera del libro di Teheran, mentre legge l’edizione iraniana di Fire and Fury: Inside the Trump White House, il libro del giornalista Michael Wolff che lo scorso gennaio agitò notevolmente la politica americana, perché conteneva una montagna di aneddoti da cui il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e i suoi collaboratori uscivano molto male.

Il post di Khamenei, che ricopre la carica politica e religiosa più importante e potente dell’Iran, è stato interpretato come una provocazione nei confronti di Trump, arrivata soltanto pochi giorni dopo la sua decisione di uscire dall’accordo sul nucleare iraniano. L’Iran ha reagito duramente, ma è sembrato comunque disposto a rimanere in un qualche tipo di accordo internazionale senza gli Stati Uniti. Nell’annunciarlo, anche il presidente moderato Hassan Rouhani era sembrato provocare Trump, dicendo di voler trattare con Cina e Russia, «le due superpotenze mondiali».

Nuovo Flash