Piero Angela è molto bravo anche al pianoforte

Piero Angela è molto bravo anche al pianoforte

Ieri sera Piero Angela, famoso personaggio televisivo e divulgatore scientifico, è stato ospite della trasmissione “Che Tempo Che Fa”, condotta da Fabio Fazio su Rai 1. Il 22 dicembre Angela compirà 90 anni, e Fazio ha voluto festeggiarlo in anticipo chiacchierando con lui della sua vita, del suo passato, della sua passione per gli scacchi e, naturalmente, di scienza. Angela, tra le altre cose, suona il pianoforte e ha un passato da musicista jazz a Torino, dove studiava e suonava abitualmente con altri musicisti usando il nome d’arte “Peter Angela“, alla fine degli anni Quaranta. Dopo l’intervista di Fazio si è esibito in studio suonando As Time Goes By”, canzone del 1931 scritta da Herman Hupfeld e resa famosa dal film Casablanca.

Il documentario di Copa90 sulla storica doppia finale di Copa Libertadores

Il documentario di Copa90 sulla storica doppia finale di Copa Libertadores

È uscito sabato il documentario realizzato da Copa90 — uno dei più noti e apprezzati canali calcistici di YouTube — sull’attesissima finale di Copa Libertadores fra Boca Juniors e River Plate, le due maggiori squadre di Buenos Aires. Il documentario è stato girato nell’arco di due settimane e racconta, con riprese sui luoghi degli eventi e varie interviste, tutto quello che è successo nella capitale argentina nei giorni delle due finali, quella di andata e quella di ritorno. Quest’ultima era inizialmente prevista per il 23 novembre ma è stata rinviata e disputata a Madrid per i disordini avvenuti all’esterno dello stadio Monumental. Il documentario è presentato dall’autore australiano Eli Mengem. Si tratta probabilmente del miglior contenuto realizzato finora su un evento assurdo e spettacolare che in Sud America verrà ricordato per molti anni.

I Sacramento Kings hanno trollato Stephen Curry per quella storia della Luna

I Sacramento Kings hanno trollato Stephen Curry per quella storia della Luna

Nella notte tra venerdì e sabato i Golden State Warriors, campioni in carica del titolo NBA, hanno giocato a Sacramento contro i Kings la loro trentesima partita della stagione regolare. Hanno vinto 130-125 con 35 punti segnati dal loro miglior giocatore, Stephen Curry, di cui si era parlato molto in settimana dopo che aveva detto di non credere che l’uomo fosse davvero andato sulla Luna. Curry si era poi scusato e aveva ritrattato tutto, ma i Kings ne hanno approfittato per prenderlo un po’ in giro. Durante l’annuncio della formazione dei Warriors hanno trasmesso un video della NASA di un astronauta sulla superficie lunare accompagnato dalla canzoncina “Zoom, Zoom, Zoom, We’re Going to the Moon”. Curry se n’è accorto e ci ha riso sopra con i compagni.

Nuovo Flash