A New York è comparso il murale di un pene gigante, ma è durato poco

Tra lunedì e martedì su un palazzo di Manhattan è stato dipinto un enorme murale – alto quattro piani – di un pene in erezione, rosso. Il murale è stato realizzato su una casa di Broome Street, in Lower Manhattan, dall’artista svedese Carolina Falkholt – che aveva già disegnato una vagina in Pike Street – su commissione di un’organizzazione locale di artisti. Falkholt ha spiegato al Guardian che il messaggio del murale era di «non vergognarsi del proprio corpo e di chi si è, come individui dotati di una sessualità». Molti residenti del quartiere – famoso per la street art di artisti famosi come Jean-Michel Basquiat, Keith Haring e Richard Hambleton – si sono però lamentati, e diversi rappresentanti delle associazioni locali hanno chiesto alle autorità di rimuoverlo. Alla fine, dopo più o meno 48 ore, il proprietario dell’edificio lo ha fatto coprire di vernice (Falkholt non aveva chiesto i permessi per realizzarlo).

https://www.instagram.com/p/BdGdPRnFmOJ/