Il video della nazionale francese che canta un coro per N’Golo Kanté fuori dall’Eliseo

Il video della nazionale francese che canta un coro per N’Golo Kanté fuori dall'Eliseo

Giocatori e dirigenti della nazionale francese – freschi di vittoria dei Mondiali – sono stati ricevuti all’Eliseo dal presidente francese Emmanuel Macron.
Prima di entrare nel palazzo, però, la squadra ha deciso di festeggiare N’Golo Kanté – centrocampista che gioca nel Chelsea e che ha la fama di essere molto umile e molto timido – con un coro, nato durante i Mondiali, il cui testo dice più o meno:
«Oh N’Golo Kante, oh N’Golo Kante, è piccoletto, è gentile, è quello che ha fermato Leo Messi, ma lo sappiamo tutti che bara a carte».
Ha cominciato Paul Pogba a cantare, ed è stato seguito da tutti, compreso l’allenatore, Didier Deschamps, nell’imbarazzo divertito di Kanté.

Hanno cambiato i nomi di sei fermate della metropolitana di Parigi

Hanno cambiato i nomi di sei fermate della metropolitana di Parigi

Per festeggiare la vittoria dei Mondiali di calcio in Russia, i secondi nella storia della nazionale francese, lunedì mattina la società che gestisce la metropolitana di Parigi ha rinominato temporaneamente sei fermate delle sue linee. Avron è diventata «Nous Avron Gagné», Charles de Gaulle – Etoile ora è «On a 2 Étoiles » mentre la fermata Victor Hugo è stata rinominata «Victor Hugo Lloris» in onore del portiere e capitano francese Hugo Lloris, quello che ha alzato la coppa. E poi: Bercy ora è «Bercy les Bleus», a Notre-Dame des Champs è stato aggiunto il nome dell’allenatore, «Notre Didier Deschamps», così come alla fermata Champs Elysées – Clémenceau, diventata «Deschamps – Elysées Clémenceau».

Perché alcuni salmoni saltano più spesso fuori dall’acqua di altri

Perché alcuni salmoni saltano più spesso fuori dall'acqua di altri

I salmoni sono noti per i loro salti mentre risalgono la corrente dei fiumi, ma i giovani esemplari di salmone rosso (Oncorhynchus nerka) tendono a saltare molto più spesso fuori dall’acqua, fino a 30 centimetri e in media per una decina di volte al giorno. Lo fanno di continuo, anche se non hanno ostacoli da superare come fanno i salmoni delle altre specie. I ricercatori si erano chiesti a lungo il motivo di questo comportamento, ora una nuova ricerca spiega che la causa sono alcuni famelici parassiti dai quali i giovani di salmone rosso cercano disperatamente di liberarsi.

Diversi esperti sospettavano da tempo che i salti fossero dovuti ai parassiti, ma non sapevano se questa strategia funzionasse veramente. Il Lepeophtheirus salmonis è un parassita grande meno di un centimetro che si nutre di sangue, muco e pelle dei salmoni. Un esemplare che ne è affetto tende a saltare 14 volte più spesso fuori dall’acqua rispetto a un salmone rosso privo del parassita. Nel nuovo studio condotto in Canada, i ricercatori hanno studiato due gruppi distinti di salmoni infestati dal parassita in due gabbie nell’oceano: una era aperta e permetteva agli animali di saltare, l’altra era invece coperta con una rete per impedire i salti. In questo modo hanno scoperto che i salmoni che non potevano saltare avevano il 28 per cento di parassiti in più rispetto all’altro gruppo.

I parassiti Lepeophtheirus salmonis (Wikimedia)

Come spiega la ricerca pubblicata sul Journal of Fish Biology, per i salmoni saltare così di frequente comporta diversi rischi. Sono necessari in media 56 salti per riuscire a liberarsi di un singolo parassita, e ogni volta che il salmone esce fuori dall’acqua aumentano i rischi di diventare il pasto di qualche predatore. I ripetuti salti affaticano inoltre i salmoni, rubando loro energie che potrebbero usare per altre attività come la ricerca di cibo.

Nuovo Flash