Un giudice dell’Ohio ha fatto mettere del nastro adesivo sulla bocca di un imputato, durante un processo

Un giudice dell'Ohio ha fatto mettere del nastro adesivo sulla bocca di un imputato, durante un processo

Un giudice dell’Ohio, negli Stati Uniti, ha imposto che durante un processo venisse messo del nastro adesivo sulla bocca dell’imputato, per impedirgli di parlare. In un video di un paio di minuti si vede Franklyn Williams – con precedenti condanne per rapina – che prova in varie occasioni a parlare al posto del suo avvocato. Il giudice, John Russo, gli dice di stare zitto  e gli ripete più volte le parole “zip it” (“chiudi la bocca”). A un certo punto Russo decide quindi di chiedere ad alcuni poliziotti presenti in aula di mettere del nastro adesivo sulla bocca di Williams. Non si vede nel video, ma The Hill ha scritto che siccome Williams riusciva comunque a parlare, Russo gli ha fatto mettere sulla bocca dell’altro nastro adesivo.

Al termine del processo Williams è stato condannato a 24 anni di carcere per rapina aggravata, sequestro, furto e possesso illegale di armi.

In Svezia hanno trasformato una stazione allagata in una piscina

In Svezia hanno trasformato una stazione allagata in una piscina

Domenica a Uppsala, una delle principali città svedesi, la stazione centrale dei treni si è allagata a causa delle forti piogge del weekend. Molta gente ha avuto dei disagi, mentre altri si sono attrezzati per scattarsi alcune foto in tenuta da piscina, che poi sono puntualmente circolate molto online. Domenica sera l’acqua è stata infine drenata via dalla stazione, che è tornata asciutta.

God mode #uppsala #regn #wtf

A post shared by Sebastian Borg (@lil_burk_) on

Oggi la Roma non vuole sentire parlare di nessun Malcom

Oggi la Roma non vuole sentire parlare di nessun Malcom

L’account Twitter in inglese della Roma, molto conosciuto e apprezzato tra gli appassionati, ha fatto un po’ capire qual è il clima in società nel giorno della partita amichevole contro il Barcellona, che pochi giorni fa le ha “soffiato” l’esterno di attacco Malcom. La cessione del giocatore dal Bordeaux alla Roma era già stata annunciata da entrambe le società, ma il Barcellona si è messo in mezzo all’ultimo con un’offerta migliore convincendo il giocatore ad accettare. Oggi quindi niente Malcom su Twitter (nemmeno la serie tv).

Nuovo Flash