Se il mostro di Loch Ness esistesse, questa sarebbe la sua foto migliore

In Scozia un operaio di una fabbrica di whisky e fotografo dilettante di 58 anni, Ian Bremner, ha scattato una fotografia delle acque del più famoso lago del paese, Loch Ness, e ora pensa di averne fotografato il mostro leggendario. Bemner si trovava nella regione scozzese delle Highlands per fotografare cervi ma quando è tornato a casa sua, nel villaggio di Nigg, ha osservato una delle immagini realizzate durante la gita, scattata sul lago tra i villaggi di Dores e Inverfarigaig, e si è convinto di aver fotografato proprio Nessie. La fotografia mostra, secondo la descrizione del quotidiano The Scotsman, una creatura lunga circa due metri e argentata, che nuota lontano dall’obiettivo, con la testa a sinistra. Secondo il quotidiano questa foto potrebbe essere la migliore di quelle “scattate a Nessie” finora. Di sicuro nell’immagine si vedono le acque del lago e tre cose in fila che ne emergono: la prima sembra una foca. Bremner ha detto di essere stato scettico sull’esistenza della creatura leggendaria in passato. La foto più famosa del mostro, scattata nel 1934, si rivelò una truffa.

mostro_loch_ness

La leggenda del mostro di Loch Ness nacque almeno 1.500 anni fa: pare che il primo avvistamento risalga al 565 dopo Cristo. L’interesse per la storia riprese dal 1933, quando una coppia raccontò a un giornale locale di aver avvistato una strana creatura spuntare dal lago, profondo fino a 240 metri, per poi immergersi, scomparendo nella nebbia. A oggi non è mai stata provata in alcun modo la fondatezza delle leggende né l’esistenza di nessun animale ignoto nel lago di Loch Ness; tuttavia ci sono stati 1.081 casi di supposti avvistamenti, negli anni.