Il video di Mel Brooks che finge di voler togliere i pantaloni a Obama

Il video di Mel Brooks che finge di voler togliere i pantaloni a Obama

Oggi il regista e comico americano Mel Brooks è stato premiato con la “National Medal of the Arts and the Humanities”, la più importante onorificenza culturale americana. Alla cerimonia era presente anche Barack Obama, che ha consegnato personalmente il premio a Brooks (assieme a un’altra decina di premiati): al momento della consegna, Brooks si è chinato per consentire a Obama di mettergli la medaglia al collo e pochi secondi dopo ha finto di volergli tirare giù i pantaloni. Obama si è fatto una risata.

Mel Brooks ha 90 anni ed è uno dei più famosi registi e attori comici americani: fra le molte cose che ha fatto in carriera, ha scritto e diretto i film Frankenstein Junior, Balle spaziali e Robin Hood – Un uomo in calzamaglia.

I primi video di “Ghost in the Shell”, la storia cyberpunk con Scarlett Johansson

I primi video di "Ghost in the Shell", la storia cyberpunk con Scarlett Johansson

Paramount Pictures ha messo su YouTube cinque brevi teaser di Ghost in the Shell, un film piuttosto atteso che negli Stati Uniti uscirà nel marzo 2017 ed è tratto da un omonimo manga cyberpunk, uscito per la prima volta nel 1989. Nel film Johansson interpreta Kusanagi, una poliziotta-cyborg che è sulle tracce di un pericoloso hacker. Negli Stati Uniti i video sono andati in onda nelle pause pubblicitarie della puntata di Mr. Robot. Il film è diretto da Rupert Sanders – quello di Biancaneve e il cacciatore – e qualche mese fa se ne parlò perché secondo molti è sbagliato che Johansson, bianca e statunitense, interpreti un personaggio giapponese. Molti canali di YouTube hanno già preso i cinque teaser, unendoli in un unico video di circa un minuto.

La statua di Lenin che c’era a New York ora non c’è più

La statua di Lenin che c'era a New York ora non c'è più

Sul tetto di un palazzo nel quartiere East Village di New York c’era una famosa statua di Lenin che il 19 settembre è stata rimossa. Il palazzo si chiama Red Square (cioè “Piazza Rossa”), è stato costruito nel 1989 e si trova al 250 di East Houston Street, la stessa strada in cui c’è Katz’s Delicatessen, il ristorante della famosa scena di Harry ti presento Sally.

La statua di Lenin era alta 5 metri e mezzo e si trovava sul tetto di Red Square, che è un condominio da 130 appartamenti, dal 1994: era stata commissionata all’artista Yuri Gerasimov dall’Unione Sovietica prima del 1989, ma alla caduta dell’URSS non era più stata usata. Nel 1994 fu acquistata da Michael Shaoul che insieme a Michael Rosen, ex professore di sociologia della New York University, era proprietario di Red Square; la statua era stata trovata in una dacia in Russia, vicino a Mosca, e fu comprata direttamente dall’artista. Oltre ai suoi studi, Rosen ha anche costruito alloggi per persone affette da AIDS e donne in fuga da situazioni di violenza e abuso.

La statua di Lenin è stata rimossa dal nuovo proprietario di Red Square, la società Dermot Company, che secondo i giornali avrebbe comprato l’edificio per 100 milioni di dollari (89 milioni di euro). Secondo un informatore del blog dedicato all’East Village EV Grieve, la statua sarebbe stata comprata da Rosen, ma non si sa dove sia stata portata né cosa ne sarà.

La statua di Lenin come si vedeva prima, con il viso rivolto verso Wall Street, dove si trova la Borsa di New York:

La rimozione della statua di Lenin:

Un’altra cosa particolare sul tetto del condominio Red Square è un grande orologio i cui numeri, in senso orario, sono nell’ordine 12, 1, 9, 6, 4, 10, 5, 11, 7, 2, 3 e 8: l’ordine è casuale, Rosen commissionò l’orologio – la cui funzione è nascondere la torretta che ospita l’ascensore per raggiungere il tetto e il serbatoio per l’acqua – ispirato da un’opera d’arte vista al MoMA.

Nuovo Flash