Questo nuovo materiale odia decisamente l’acqua

Questo nuovo materiale odia decisamente l'acqua

Un gruppo di ricercatori ha realizzato un materiale idrorepellente ad altissima efficienza, che permette di mantenere la sua superficie asciutta quando viene colpita ripetutamente da gocce d’acqua. Questo nuovo tipo di materiale, che rientra nelle cosiddette superfici superidrofobiche, è stato sviluppato da un gruppo di ricerca guidato da Rongfu Wen, del dipartimento di Ingegneria meccanica dell’Università del Colorado (Stati Uniti).

Di solito un materiale idrorepellente è costituito da una miriade di minuscole fibre collocate in verticale una vicina all’altra, talmente fitte da creare tutte insieme una superficie piuttosto compatta dove l’acqua non riesce a penetrare e rimbalza sulle singole estremità delle fibre. A volte, però, si forma dal vapore tra una fibra e l’altra, che condensando offre un appiglio alle gocce d’acqua, compromettendo l’idrorepellenza. Il nuovo materiale è stato realizzato mettendo insieme una grande quantità di nanofibre di rame, trattate a loro volta con una sostanza idrorepellente che impedisce all’acqua di insinuarsi nei minuscoli spazi tra una fibra e l’altra. Le gocce che le cadono sopra vengono respinte dalla superficie, e altrettanto fanno quelle che si formano a causa della condensazione del vapore, contribuendo a raffreddare la superficie. In futuro questo materiale potrebbe essere utilizzato per migliorare i sistemi di raffreddamento di vari dispositivi, compresi quelli per desalinizzare l’acqua.

Il trailer di “Macchine mortali”, che vi farà pensare a Mad Max

Il trailer di "Macchine mortali", che vi farà pensare a Mad Max

È online il primo trailer di Macchine mortali, un film di azione e di avventura tratto da un’omonima serie di libri, prodotto da Peter Jackson e diretto dal neozelandese Christian Rivers, che è al suo primo film da regista ma ha collaborato come autore di storyboard e esperto di effetti speciali ad alcuni importanti film (per esempio la trilogia del Signore degli Anelli). È ambientato tra migliaia di anni, quando un cataclisma ha distrutto quasi tutto e tutti. Quelli che restano vivono in immense città che si spostano su ruote: quella grossa del trailer è Londra. Dopo tre secondi di trailer starete già pensando a Mad Max: Fury Road e se l’avete visto forse anche un po’ a Snowpiercer. Brutta notizia per chi già non sta nella pelle: uscirà nel dicembre 2018.

In Spagna non hanno né il VAR né la Goal-Line Technology, e si vede

In Spagna non hanno né il VAR né la Goal-Line Technology, e si vede

La prima divisione del campionato di calcio spagnolo non è fra quelle scelte per la sperimentazione della Video Assistenza Arbitrale (VAR), come invece lo è la Serie A; non è dotata nemmeno della Goal-Line Technology, cioè la tecnologia che permette agli arbitri di capire all’istante se la palla passa interamente la linea di porta o meno, aiutando quindi nella decisione, a volte poco chiara, di assegnare un gol o far continuare normalmente il gioco. Ieri sera questa mancanza si è vista: in Barcellona-Deportivo La Coruna l’arbitro non ha convalidato un gol regolare di Luis Suarez, peraltro molto bello, nonostante la palla abbia oltrepassato completamente la linea di porta del Deportivo. Il Barcellona ha vinto comunque 4-0, ma nei giornali sportivi spagnoli si sta parlando molto del gol non concesso, anche perché è l’ultimo di una lunga serie di errori arbitrali commessi dai direttori di gara della Liga, che per questo sono da tempo criticati. La Liga ha deciso lo scorso novembre di introdurre il VAR a partire dalla prossima stagione.

Nuovo Flash