L’incidente di Marcus Ericsson nelle prove della Formula 1 a Monza

L'incidente di Marcus Ericsson nelle prove della Formula 1 a Monza

Nel corso della seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Monza di Formula 1, il pilota svedese Marcus Ericsson si è schiantato contro le recinzioni della prima curva del tracciato, distruggendo la sua Sauber Alfa Romeo. L’impatto è stato improvviso e molto violento ma Ericsson ne è uscito illeso: ha perso il controllo della macchina per aver frenato con il DRS aperto (il flap regolabile sull’ala posteriore che aumenta la velocità) forse a causa di un guasto. Questo, insieme all’asfalto ancora bagnato dalla pioggia, ha indirizzato rapidamente la macchina contro le recinzioni provocando lo schianto. In seguito all’incidente la sessione di prove è stata sospesa.

 

LEGO ha fatto una copia funzionante in scala 1:1 di una Bugatti Chiron, coi suoi mattoncini e ingranaggi

LEGO ha fatto una copia funzionante in scala 1:1 di una Bugatti Chiron, coi suoi mattoncini e ingranaggi

LEGO ha realizzato una copia funzionante in scala 1:1 dell’automobile “supersportiva” Bugatti Chiron, una delle automobili più veloci al mondo. Il modello è stato realizzato utilizzando oltre un milione di pezzi Technic, la linea LEGO per costruire oggetti con meccaniche in movimento (ingranaggi, motori, pistoni, alberi di trasmissione e via discorrendo). La costruzione ha richiesto circa 13.500 ore di lavoro, dopo una fase di progettazione durata poco meno di un anno. Alcune parti della struttura sono state realizzate con materiali diversi dai mattoncini LEGO, per motivi di sicurezza e perché alcuni componenti non potevano essere riprodotti semplicemente adattando pezzi Technic, come per esempio gli pneumatici.

La Bugatti Chiron di LEGO si muove e può essere guidata: è mossa da 2mila motorini elettrici Technic e ha una potenza di 5,3 cavalli. Raggiunge una velocità massima di 30 chilometri orari, contro gli oltre 400 chilometri orari che può raggiungere l’automobile vera e propria. L’iniziativa è servita per dimostrare le potenzialità del sistema Technic e il modello sarà mostrato a scopo promozionale durante il Gran Premio d’Italia, che si terrà a Monza il prossimo 2 settembre.

Questi dovrebbero essere i nuovi iPhone ed Apple Watch che saranno presentati il 12 settembre

Questi dovrebbero essere i nuovi iPhone ed Apple Watch che saranno presentati il 12 settembre

Giovedì 30 agosto Apple ha annunciato che il 12 settembre terrà un evento speciale a Cupertino, in California, e ci si aspetta che in quell’occasione l’azienda presenti i suoi nuovi iPhone in vista della stagione degli acquisti natalizi. Nelle ore seguenti sono tornate a circolare online diverse immagini delle probabili nuove versioni degli smartphone, sulle quali Apple come sempre non ha dato nessuna informazione ufficiale in attesa della sua presentazione.

A quanto parte sarà presentata una versione aggiornata di iPhone X che potrebbe chiamarsi iPhone XS. L’ipotesi più condivisa è che Apple presenti due diversi iPhone XS: uno con uno schermo da 5,8 pollici e uno più grande dell’attuale, con uno schermo da 6,5 pollici; dovrebbero essere inoltre disponibili in una nuova versione color oro. Mancano molti altri dettagli sugli smartphone, a cominciare dal tipo di schermo e dalla definizione della fotocamera.

iPhone XS nelle due versioni

Anche gli Apple Watch potrebbero riservare qualche sorpresa, con una nuova versione con un quadrante più grande del 15 per cento sia per il modello più piccolo sia per quello più grande. Le dimensioni complessive dei due modelli di orologi non dovrebbero cambiare, perché Apple è riuscita a recuperare spazio riducendo le cornici intorno al quadrante.

Il quadrante più grande del nuovo Apple Watch

Nuovo Flash