La pagina a pagamento su Repubblica di Lupo Rattazzi, per Salvini e Di Maio

La pagina a pagamento su Repubblica di Lupo Rattazzi, per Salvini e Di Maio

Su Repubblica di oggi c’è una pagina a pagamento interamente dedicata a un appello a Matteo Salvini e Luigi Di Maio da parte di Lupo Rattazzi, imprenditore della famiglia Agnelli che ha acquistato la pagina. Rattazzi chiede retoricamente a Salvini e Di Maio se abbiano spiegato interamente ai propri elettori le conseguenze di un’eventuale uscita dell’Italia dall’euro, così come sono descritte nel famoso “piano segreto” ideato tra gli altri da Paolo Savona, l’economista al centro della crisi istituzionale di questi giorni, che Lega e M5S volevano ministro dell’Economia. L’appello, tra gli altri, è stato ripreso dall’ex segretario del Partito Democratico Matteo Renzi.

Lupo Rattazzi è nato nel 1953 in Svizzera ed è figlio di Susanna Agnelli (una delle figlie di Edoardo, e nipote del Giovanni che fondò la FIAT) e del conte Urbano Rattazzi. Ha studiato alla Columbia e ad Harvard, è presidente della compagnia aerea Neos ed è stato tra i fondatori di Air Europe. Attualmente è nel consiglio di amministrazione di Exos, la holding della famiglia Agnelli.

Il trailer di “The Magic Order”, il primo fumetto di Netflix (di carta)

Il trailer di "The Magic Order", il primo fumetto di Netflix (di carta)

Il canale YouTube di Netflix ha pubblicato un trailer di The Magic Order, il primo fumetto prodotto dalla società: nel senso che è una storia su carta, con immagini e parole, che sarà venduta dal 13 giugno in copie fisiche. The Magic Order sarà composto da sei volumi ed è stato scritto da Mark Millar e disegnato da Olivier Coipel, due nomi molto noti e stimati, quando si parla di fumetti. La storia è quella di cinque famiglie di maghi che hanno giurato di proteggere il mondo e si trovano a combattere contro un nemico che vuole eliminare le cinque famiglie. Al momento non ci sono informazioni sull’eventuale distribuzione italiana del fumetto.

Nell’agosto 2017 Netflix annunciò la prima acquisizione della sua storia: comprò infatti la casa editrice di fumetti Millarworld, fondata da Mark Millar, autore e ideatore di molti fumetti tra cui quelli a cui si sono ispirati i film Logan e Captain America: Civil War. Millar è anche autore delle storie da cui sono stati tratti i film Kick-Ass, Kingsman: The Secret Service Wanted.

I farmaci per l’insonnia non fanno diventare razzisti

I farmaci per l'insonnia non fanno diventare razzisti

Martedì il network americano ABC ha cancellato la popolare serie tv Roseanne dopo che la sua ideatrice e interprete principale Roseanne Barr aveva scritto un tweet razzista e offensivo contro Valerie Jarrett, consigliera dell’ex presidente Barack Obama. Jarrett, che è afroamericana, era stata descritta da Barr come una figlia dei Fratelli Musulmani e delle scimmie del film Il pianeta delle scimmie.

Barr si era poi scusata, e mercoledì ha scritto in un tweet poi cancellato: «Erano le due di mattina e stavo twittando sotto effetto di Ambien [un farmaco per l’insonnia, ndr]», aggiungendo che comunque quello che ha scritto era «indifendibile» e «un errore». Sanofi, la società farmaceutica che produce l’Ambien, ha scritto un tweet per spiegare che il tweet razzista di Barr non dipendeva dal suo farmaco: «Persone di tutte le etnie, religioni e nazionalità lavorano a Sanofi ogni giorno per migliorare le vite delle persone nel mondo. Sebbene tutte le cure farmacologiche abbiano degli effetti collaterali, il razzismo non è un effetto collaterale di nessun farmaco Sanofi».

Barr ha poi spiegato che non voleva difendere quello che aveva scritto, ma che le era già capitato di aver «rotto delle uova contro il muro alle due di notte» dopo aver preso l’Ambien, che può provocare episodi di sonnambulismo. Barr, in ogni caso, era già stata criticata in passato per aver scritto tweet razzisti e aver diffuso teorie cospirazioniste.

Nuovo Flash