Il video di Louis Tomlinson degli One Direction che aggredisce un fotografo

Il video di Louis Tomlinson degli One Direction che aggredisce un fotografo

Il 3 marzo il cantante inglese Louis Tomlinson, membro degli One Direction, è stato arrestato per aver aggredito un fotografo all’aeroporto internazionale di Los Angeles. Un video che mostra lo scontro tra Tomlinson (vestito di blu) e il fotografo è stato pubblicato dal sito Radar Online. Il cantante ha aggredito l’uomo, che stava scattando delle fotografie a lui e alla sua fidanzata Eleonor Calder, perché secondo lui era troppo vicino; lo ha fatto cadere a terra tirandolo per una gamba. Poi si è scontrato con una donna che stava riprendendo Calder e aveva cominciato a litigare violentemente con lei. Tomlinson è stato rilasciato dopo aver pagato una cauzione di 20mila dollari, circa 19mila euro. Sui social network i fan di Tomlinson hanno condiviso il video dell’aggressione con messaggi di sostegno al cantante.

C’è il primo teaser di “Deadpool 2”

C'è il primo teaser di “Deadpool 2”

L’attore Ryan Reynolds ha diffuso il primo trailer di Deadpool 2, il sequel del film della Marvel del 2016, molto apprezzato da critici e pubblico. Il trailer è stato trasmesso nei cinema americani prima di Logan, l’ultimo film sul supereroe Wolverine, e alcune registrazioni amatoriali erano già circolate online nelle scorse ore.

 

Rod Stewart ha imparato che è meglio non mimare una decapitazione nel deserto

Rod Stewart ha imparato che è meglio non mimare una decapitazione nel deserto

Il cantautore scozzese Rod Stewart si è scusato per aver messo in scena una decapitazione con alcuni amici in un video poi pubblicato sul profilo Instagram di sua moglie Penny Lancaster: il video è stato girato su una duna nel deserto ad Abu Dhabi, dove Stewart era in tour, e per questo sembra un’imitazione delle decapitazioni eseguite dai militanti dello Stato Islamico. Il video è poi stato cancellato da Lancaster, ma aveva già iniziato a circolare online. Stewart è stato criticato da moltissime persone offese dal suo gesto. Il cantautore ha detto di essere stato frainteso e che non stava imitando le decapitazioni dello Stato Islamico, ma una scena della serie tv Game of Thrones, in un momento di svago prima di un’esibizione.

Lancaster e Stewart hanno chiesto scusa anche con un nuovo post su Instagram in cui li si vede seduti su una duna.

Nuovo Flash