Il booktrailer del nuovo libro di Gipi

Il booktrailer del nuovo libro di Gipi

Il fumettista Gipi, nome d’arte di Gianni Pacinotti, ha pubblicato oggi sulla sua pagina Facebook il booktrailer di “La terra dei figli”, il suo nuovo fumetto che uscirà il 27 ottobre. Di “La terra dei figli” non si sa quasi niente, se non che è composto da 284 tavole disegnate. In un post su Facebook di qualche settimana fa, Gipi aveva scritto: “non posso farvi vedere nemmeno una pagina perché vi rovinerei la storia. Posso solo dirvi che è un fumetto”.

Il primo trailer di “Jackie”, con Natalie Portman

Il primo trailer di "Jackie", con Natalie Portman

È uscito il primo trailer di Jackie, il film di Pablo Larraín (il regista di No – I giorni dell’arcobaleno) in cui Natalie Portman interpreta Jackie Kennedy. Il film racconta i quattro giorni di Jackie Kennedy dopo l’uccisione del marito, il presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy: a Dallas, in Texas, nel 1963. Il film uscirà in Italia a febbraio e nel cast ci sono anche Peter Sarsgaard, Greta Gerwig e John Hur: è stato presentato al festival del cinema di Venezia e i critici che l’hanno visto ne hanno parlato molto bene, apprezzando tantissimo l’interpretazione di Portman, che secondo qualcuno è già una delle favorite per l’Oscar per la Miglior attrice protagonista.

La canzone che si sente è quella che chiude il musical Camelot, che piaceva molto a Kennedy. La sua presidenza fu anche chiamata “l’eta di “Camelot“, dopo che in un’intervista fatta tre mesi dopo la sua morte Jackie Kennedy disse che ci sarebbero stati altri grandi presidenti, ma che non ci sarebbe più stata un’altra Camelot (la leggendaria fortezza di re Artù). Il film uscirà in Italia il 2 febbraio.

La mappa 3D dei danni del terremoto nel Centro Italia

La mappa 3D dei danni del terremoto nel Centro Italia

Una settimana dopo il terremoto nel Centro Italia di magnitudo 6 dello scorso 24 agosto, un gruppo di ricerca della Brigham Young University (Utah, Stati Uniti) ha raggiunto le aree interessate dai crolli per analizzarle e creare mappe tridimensionali dei danni. I ricercatori hanno impiegato le tecniche che hanno elaborato negli ultimi anni per mappare zone in cui si sono verificati disastri naturali di vario tipo: il sistema, che si basa sull’utilizzo di droni per girare video in alta definizione dall’alto e strumenti per rilevare quote e distanze, consente di fermare in un modello tridimensionale lo stato delle cose, prima che siano avviati gli interventi per rimuovere le macerie e la ricostruzione. In questo caso l’estensione dei danni e la sua visualizzazione resta per sempre visibile, e utilizzabile da chi studia le dinamiche dei terremoti, la stabilità degli edifici e il modo in cui si verificano i crolli.

I ricercatori della Brigham Young University hanno messo a disposizione online una delle mappe tridimensionali realizzate finora e il risultato è piuttosto impressionante, soprattutto per l’estensione dei danni causati agli edifici e per la quantità dei crolli.

Nuovo Flash