La donna afghana della famosa foto di Steve McCurry è stata arrestata

La donna afghana della famosa foto di Steve McCurry è stata arrestata

Sharbat Gula, la ragazza afghana dagli occhi verdi della famosa fotografia di Steve McCurry, è stata arrestata in Pakistan e potrebbe essere condannata a una pena fino a 14 anni di reclusione per possesso di documenti di identità falsi. Gula, che oggi ha circa 44 anni e che ne aveva 12 quando nel 1984 finì sulla famosa copertina del National Geographic, vive in Pakistan da quando era giovane – la famosa foto di McCurry fu scattata in un campo profughi dove vivevano cittadini afghani scappati dalla guerra russo-afghana – e circa un anno fa era stata diffusa la foto di un suo documento di identità che in teoria, in quanto immigrata, non avrebbe dovuto poter ottenere. Gula è stata arrestata al termine di un’indagine di un anno, che ha stabilito che il documento era stato venduto da qualche funzionario governativo ancora non identificato.

Cos’hanno di strano queste gambe?

Cos'hanno di strano queste gambe?

Da alcuni giorni c’è una foto che sta facendo discutere molto sui social network. È stata pubblicata lunedì 24 ottobre su Instagram dall’utente Leonardhoespams e raffigura delle gambe di donna che a un primo sguardo sembrano lucide come se fossero cosparse di olio.

gambe

Fin qui tutto normale, se non fosse che con un po’ più di attenzione i commentatori si sono accorti che in realtà le gambe non sono affatto lucide. Guardate bene, notate nulla? Si tratta solo di un effetto ottico dato da alcune strisce di vernice bianca. Ora che lo sapete non riuscite più a vederle lucide, probabilmente.

Il primo trailer di “Man Down”

Il primo trailer di "Man Down"

È uscito il primo trailer di Man Down, un film di Dito Montiel con Shia LeBeouf protagonista e Jai Courtney, Kate Mara e Gary Oldman. Il film è ambientato in un’America post-apocalittica e racconta la storia di Gabriel Drummer (interpretato da LeBeouf) un soldato che torna a casa dalla guerra in Afghanistan. Ciò che trova in America però non è quello che si aspettava: il paese è distrutto, c’è desolazione ovunque e sua moglie e suo figlio sono scomparsi. Il film era stato presentato al Festival di Venezia nel 2015 ma uscirà nei cinema solo quest’anno (negli Stati Uniti il 2 dicembre). Il regista Dito Montiel aveva già lavorato con LeBeouf dieci anni fa nel suo film d’esordio Guida per riconoscere i tuoi santi, vincitore del Sundance Film Festival per la miglior regia.

Nuovo Flash