Il video dell’incidente sfiorato da Valentino Rossi durante il Gran Premio d’Austria

Il video dell'incidente sfiorato da Valentino Rossi durante il Gran Premio d'Austria

Domenica si è corso il Gran Premio d’Austria di MotoGP. Durante il terzo giro, Franco Morbidelli e Johan Zarco si sono scontrati e sono caduti di sella, ma le loro moto hanno continuato ad avanzare attraversato la pista dove gli altri piloti stavano continuando la gara. La moto di Morbidelli, rotolando, è passata a pochi centimetri dalla quella guidata da Valentino Rossi, mancandolo per pochissimo.

Al termine della gara, vinta da Andrea Dovizioso, Rossi ha accusato Zarco di aver provocato l’incidente con una frenata pericolosa e non necessaria, fatta solo per creare problemi a Morbidelli, e ha chiesto che venga punito.

Nel 2018 un poliziotto della Florida cercò di ammanettare un bambino di 8 anni

Nel 2018 un poliziotto della Florida cercò di ammanettare un bambino di 8 anni

C’è un nuovo video che mostra un comportamento inappropriato compiuto da un poliziotto americano che sta circolando molto online. Lo ha diffuso su Twitter Ben Crump, l’avvocato che difende sia la famiglia di George Floyd che quella di Breonna Taylor. Il video, girato dalla telecamera indossata da un agente di polizia di Key West, in Florida, risale al 2018 e mostra un poliziotto che ammanetta un bambino di 8 anni e gli dice che sarà portato in prigione.

Il bambino, che aveva bisogni educativi speciali, aveva colpito la sua insegnante di sostegno. La donna, che non era stata informata dei problemi del bambino, aveva cercato di spostarlo toccandolo e lui l’aveva colpita sul petto. Per questo l’insegnante aveva chiamato la polizia. Il poliziotto nel video cerca di ammanettare il bambino, anche se poi deve rinunciare perché i suoi polsi sono troppo sottili per le manette. Alla fine del video, mentre si sente il bambino piangere, il poliziotto gli dice: «Hai capito che quello che hai fatto è molto grave? Odio che tu mi abbia messo nella posizione di fare questa cosa. Ma hai fatto un errore. Ora devi imparare dal tuo errore e migliorare e non farlo più».

Il video del poliziotto che ha bloccato un ragazzo per il collo a Vicenza

Il video del poliziotto che ha bloccato un ragazzo per il collo a Vicenza

Sta circolando molto sui social network un video girato il 10 agosto a Vicenza, in cui si vede un ragazzo preso per il collo da un poliziotto e spinto a terra, senza un apparente motivo. Il video è stato pubblicato da un amico del ragazzo fermato, e se ne sta parlando molto perché il fermo del ragazzo appare esageratamente violento e anche perché il ragazzo è di origini latinoamericane, e alcuni ipotizzano che ci possa essere una motivazione razzista nel gesto del poliziotto.

Secondo quanto ricostruito dai giornali locali, il ragazzo era insieme ad altri suoi amici fuori da un supermercato nel centro della città, quando verso le 18 ci sarebbe stata una rissa tra due uomini italiani in cui i ragazzi non erano coinvolti. Cosa è successo dopo è poco chiaro: secondo quanto ricostruito dall’Eco Vicentino, uno dei poliziotti intervenuti sul posto «si sarebbe risentito per una risata» di uno dei due ragazzi.

A quel punto, come si vede nel video, il poliziotto ha chiesto le generalità al ragazzo, che però non ha risposto e ha iniziato a indietreggiare, finché il poliziotto non l’ha afferrato di spalle e bloccato per il collo, spingendolo a terra. Il poliziotto ha poi lasciato la presa, tra le urla degli amici e delle persone che erano sul posto che chiedevano di lasciarlo andare.

I giornali locali scrivono che sulla vicenda è stato aperto un fascicolo di indagine e che il ragazzo, che ha 21 anni e risiede nell’Alto Vicentino, sarebbe stato fermato poco dopo da un’altra pattuglia, arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e posto ai domiciliari: Vicenza Today scrive che sarà processato mercoledì per direttissima.

Nuovo Flash