Il Museo della Tecnica di Figueres, e un sacco di macchine da scrivere

Il Museo della Tecnica di Figueres, e un sacco di macchine da scrivere

Marcin Wichary, un web designer che lavora per Medium, ha raccontato ieri sul suo profilo Twitter la storia della sua visita al museo della Tecnica di Figueres, una piccola città della Catalogna, nella provincia di Girona. Wichary ha scritto di essere arrivato al museo per caso: avrebbe dovuto visitare il museo dedicato a Salvador Dalì, ma l’aveva prenotato per l’indomani, quindi ha deciso di seguire un cartello che lo ha portato al museo della Tecnica. Una volta entrato, ha scoperto una collezione di centinaia di antiche macchine da scrivere, tra cui una appartenente alla prima serie in cui, nel XIX secolo, venne introdotta la tastiera QWERTY.

Il primo bacio gay in “Un medico in famiglia”

Il primo bacio gay in "Un medico in famiglia"

Nella puntata del 27 ottobre della fiction di Raiuno Un medico in famiglia, arrivata alla decima stagione, è andato in onda per la prima volta un bacio tra due uomini. Che il personaggio di Oscar Nobili, interpretato da Paolo Sassanelli, fosse gay lo si sapeva da molto tempo: ma in dieci stagioni della fiction non era mai stato mostrato un suo bacio con un altro uomo. Non è la prima volta, però, che su Raiuno viene mostrato un bacio tra due persone dello stesso sesso:  cinque anni fa ci fu un bacio tra due donne nella fiction Tutti pazzi per amore 3, mentre quattro anni fa ce ne fu uno tra due uomini nella fiction Una grande famiglia.

 

Il nuovo spot di Nike con LeBron James

Il nuovo spot di Nike con LeBron James

Nike ha diffuso un nuovo spot con protagonista il giocatore di basket NBA LeBron James. Nel video, che si può vedere anche con i sottotitoli in italiano, scorrono le immagini di alcuni giocatori dilettanti di basket con la voce di James in sottofondo che elenca una serie di frasi fatte che vengono dette a un atleta per scoraggiarlo, o per ridurre le sue aspettative. Alla fine c’è anche un riferimento alla gara 7 delle ultime finali NBA, quando LeBron James fece la stoppata decisiva della partita, che permise ai Cavaliers di vincere il titolo. James racconta: «in teoria, non dovevi riuscire a fare quello scatto dopo aver giocato 40 minuti, o far diventare un’azione difensiva un momento decisivo della tua carriera».

Nuovo Flash