IKEA ha qualcosa da dire sul Congresso Mondiale delle Famiglie

IKEA ha qualcosa da dire sul Congresso Mondiale delle Famiglie

IKEA ha diffuso uno spot con chiari riferimenti al discusso Congresso Mondiale delle Famiglie, in corso fino a domenica 31 marzo a Verona. Lo spot illustra il concetto di “famiglia” attraverso oggetti e aspetti della quotidianità, ricordando che “non c’è bisogno di un congresso per capire cos’è una famiglia”. Il video termina con un riferimento alla “famiglia naturale”, modo di dire molto usato (e abusato) in questi giorni a Verona.

Indovinate come si salva un ratto canguro da un serpente a sonagli

Indovinate come si salva un ratto canguro da un serpente a sonagli

I ratti canguro, animali di diverse specie appartenenti al genere Dipodomys, hanno una formidabile capacità di respingere i serpenti a sonagli, i loro principali predatori. I ricercatori di tre università californiane dicono di averne filmato per la prima volta le rapide movenze di notte, quando la fauna nel deserto di Sonora (Arizona) è più attiva. Hanno applicato sistemi GPS ad alcuni serpenti e li hanno poi seguiti di notte, utilizzando speciali telecamere con sensori notturni per realizzare riprese al rallentatore quando venivano in contatto con i ratti canguro.

I video mostrano come i ratti canguro reagiscano molto velocemente, in poche frazioni di secondo, per allontanare i serpenti a sonagli e per fuggire prima di diventare il loro pasto. Per farlo sfruttano le zampe posteriori, molto più sviluppate e forti, compiendo un balzo in appena 70 millesimi di secondo. I serpenti nella maggior parte dei casi non fanno in tempo a raggiungere la loro preda, che intanto si è dileguata. Viste le loro movenze, i ricercatori si sono messi a chiamare i ratti canguro col nome amichevole di “ratti ninja”.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulle riviste scientifiche Functional Ecology e Biological Journal of the Linnean Society.

Il gadget a forma di feto distribuito al Congresso Mondiale delle Famiglie

Il gadget a forma di feto distribuito al Congresso Mondiale delle Famiglie

Oggi a Verona è in corso la prima giornata del Congresso Mondiale delle Famiglie (World Congress of Families, WCF), che durerà fino al 31 marzo e che riunisce «il movimento globale» antiabortista, antifemminista e anti-LGBT. Tra i gadget che sono stati distribuiti ai partecipanti ce n’è anche uno a forma di feto, la cui confezione riporta la scritta “L’aborto ferma un cuore che batte”.

Il gadget è stato donato da uno degli sponsor del Congresso, la onlus antiabortista Provita che si definisce sul suo sito come un’associazione «che opera in difesa dei bambini, della vita dal concepimento alla morte naturale, che sostiene la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna e che difende il diritto dei genitori a educare i propri figli».

Il Congresso, giunto alla sua tredicesima edizione, aveva fatto molto discutere nei giorni scorsi per la decisione della presidenza del Consiglio dei ministri di concedere il suo patrocinio all’evento. Il patrocinio era stato successivamente ritirato, ma questo non ha fermato le polemiche tra alcuni esponenti del governo sull’opportunità o meno di partecipare.

Oltre che all’aborto, molti dei movimenti che partecipano al Congresso sono anche contrari all’omosessualità, che considerano una malattia da cui si può guarire. Oggi Luca Zaia, presidente del Veneto, regione che patrocina l’evento, è intervenuto al Congresso criticando chi considera l’omosessualità una malattia, sostenendo al contrario che la vera malattia sia l’omofobia.

Nuovo Flash