I primi video del rover cinese Zhurong piuttosto a suo agio su Marte

I primi video del rover cinese Zhurong piuttosto a suo agio su Marte

L’Agenzia spaziale cinese (CNSA) ha da poco diffuso nuove immagini e video delle prime attività del suo rover Zhurong su Marte, atterrato sul pianeta a metà maggio.

Le riprese mostrano il momento in cui il robot automatico ha compiuto l’atterraggio aprendo il paracadute che ne ha rallentato la discesa verso il suolo, con una ripresa che ricorda quella più spettacolare e dettagliata fornita di recente dal rover Perseverance della NASA. Una sequenza, comprensiva di audio, mostra la manovra compiuta da Zhurong per percorrere la piccola rampa del veicolo spaziale (lander) con il quale è atterrato su Marte.

La sequenza più notevole mostra una prospettiva insolita per le missioni marziane. Zhurong ha lasciato al suolo una fotocamera e si è poi allontanato, in modo da farsi una fotografia a distanza insieme con il lander. Il video mostra il rover mentre si muove sulla superficie di Marte.

Zhurong si trova a Utopia Planitia, un’area pianeggiante nell’emisfero settentrionale di Marte. La CNSA confida di poter utilizzare il rover per almeno 90 giorni, facendogli percorrere parte del pianoro. I dati raccolti saranno poi trasmessi alla sonda Tianwen-1 in orbita intorno al pianeta, che a sua volta li invierà verso la Terra grazie a un’antenna più potente.

Con l’atterraggio di Zhurong, la Cina è diventata il secondo paese a far atterrare e mantenere attivo un veicolo spaziale su Marte dopo gli Stati Uniti. Nel 1971 ci riuscì anche l’Unione Sovietica con la sonda Mars 3, che smise però di comunicare con la Terra dopo appena 13 secondi.

La caduta dei corridori al Tour de France, a causa del tifo a bordo strada

La caduta dei corridori al Tour de France, a causa del tifo a bordo strada

A circa 48 chilometri dall’arrivo della prima tappa del 108° Tour de France, iniziato oggi in Francia tra Brest e Landerneau, parte del gruppo dei ciclisti è caduta a causa di una spettatrice a bordo strada che con un cartello di cartone ha urtato Tony Martin, che si trovava tra i primi. Un gruppo di alcune decine di corridori è caduto a terra e nell’incidente è stato coinvolto anche il ciclista italiano Vincenzo Nibali. Il resto del gruppo ha rallentato evitando che ci fossero ulteriori cadute, poi la corsa è ripresa.

 

L’invasione di leoni marini su una spiaggia del Cile

L'invasione di leoni marini su una spiaggia del Cile

Nelle ultime ore più di 300 leoni marini si sono rifugiati sulle spiagge di Tomé, in Cile, pochi chilometri a nord della città di Concepción. Secondo gli esperti e i residenti i leoni marini potrebbero aver scelto di ripararsi a terra perché impauriti dalla caccia delle orche o da venti molto forti. La settimana scorsa decine di leoni marini avevano cercato di salire a bordo di una barca da pesca mentre scappavano da alcune orche: un pescatore locale, Antonio Zapata, aveva detto a Reuters che è piuttosto comune che le orche caccino leoni marini e altre prede nelle zone del Cile centro-meridionale, ma che in quarant’anni di attività non aveva mai visto niente di simile.

Nuovo Flash