I primi campi di calcio non rettangolari al mondo

I primi campi di calcio non rettangolari al mondo

A Bangkok, la capitale della Thailandia, la società immobiliare AP Thailand ha costruito quattro campi da calcio per i ragazzi del quartiere Khlong Toei, sfruttando alcuni spazi inutilizzati nei cortili dei palazzi, anche in quelli che non avevano una forma rettangolare. Ne è uscito uno che fa una curva a 90 gradi, un altro trapezoidale, un altro con delle rientranze irregolari: ma dai alcuni video diffusi sembra che servano al loro scopo, almeno per ora.

Anche voi odiate i carri armati che passano per il vostro giardino?

Anche voi odiate i carri armati che passano per il vostro giardino?

I residenti di Zaslonava, piccola città bielorussa nella regione di Vitsebsk, da qualche tempo si lamentano con l’esercito bielorusso per via del passaggio dei carri armati a pochi metri dal centro abitato. A Zaslonava si trova la base della 19esima brigata meccanizzata dell’esercito bielorusso, i cui carri armati si muovono da una parte all’altra della città, rovinando strade e soprattutto il verde pubblico, in cui i cingoli creano dei profondi solchi. Oltre a questo, i residenti di Zaslonava – che hanno mandato foto e video dei passaggi dei carri armati sul sito Tut.By – si lamentano del rumore e dello smog, perché i carri armati passano a pochi metri di distanza dalle case.

bmp_zaslonovo_2
(TUT.BY)

Il video di un tizio piuttosto arrabbiato che distrugge molti iPhone e Mac in un Apple Store

Il video di un tizio piuttosto arrabbiato che distrugge molti iPhone e Mac in un Apple Store

Alla fine della scorsa settimana, un uomo ha distrutto diversi iPhone e altri dispositivi in un Apple Store a Digione, in Francia. È entrato nel negozio tenendo in mano una sfera di ferro lamentandosi per la mancata assistenza ricevuta e chiedendo un rimborso, poi si è avvicinato agli iPhone e ha iniziato a sbatterci contro la sfera distruggendoli. Il personale dell’Apple Store ha preferito non avvicinarsi per fermarlo, chiamando la polizia che è intervenuta qualche minuto più tardi quando erano stati ormai distrutti numerosi dispositivi. L’uomo è stato fermato e dovrà rispondere del danneggiamento di prodotti per svariate migliaia di euro.

Nuovo Flash