La prima foto (e qualche anticipazione) dall’ultima stagione di “Game of Thrones”

La prima foto (e qualche anticipazione) dall'ultima stagione di "Game of Thrones"

Entertainment Weekly ha pubblicato la prima foto ufficiale dal set dell’ottava e ultima stagione di Game of Thrones, che andrà in onda nel 2019 e le cui riprese sono finite qualche mese fa. Nella foto si vedono Daenerys Targaryen e Jon Snow, interpretati da Emilia Clarke and Kit Harington. Sono due personaggi che probabilmente saranno determinanti per risolvere il grosso guaio di Westeros con gli Estranei, dopo che la settima stagione era finita così.

Sul sito di Entertainment Weekly si può anche leggere un articolo scritto dopo una visita al set in Irlanda del Nord. Harington dice: «Scene che cinque anni fa avremmo girato in un giorno, ora le abbiamo girate in cinque giorni». Clarke dice: «Ogni ripresa è più accurata, i costumi sono migliori, il trucco fatto con ancora più cura. Ogni scelta, ogni conversazione, ogni gesto sembra dire “è la fine”. Tutto è più intenso». Parlando del finale della serie, Entertainment Weekly ha scritto che ci saranno «sangue, sudore e tantissime lacrime». Riguardo alla settima stagione il giornalista James Hibberd ha scritto (e va da sé che se non volete nessun tipo di spoiler è meglio non leggere):

L’ottava stagione inizia a Grande Inverno, con un episodio con molti richiami al primo della serie. Al posto di Re Robert ad arrivare è però Daenerys con il suo esercito. Segue un intenso e avvincente intreccio di personaggi – alcuni dei quali non si sono mai incontrati, altri con vicende incasinate – e tutti si preparano a fronteggiare l’inevitabile invasione.

Dove andrà d’inverno l’anatra mandarina di Central Park?

Dove andrà d'inverno l'anatra mandarina di Central Park?

Negli stagni di Central Park a New York ci sono le anatre, si sa, ma sono quasi tutte anatre domestiche e germani reali; da giorni se ne è aggiunta una della specie mandarina, diffusa in Cina, Giappone e Corea ma rara nel resto del mondo. Fu introdotta in Regno Unito alla fine del XVIII secolo, ed è qui che c’è la maggior concentrazione in Occidente; negli Stati Uniti sono presenti in piccoli gruppi sparsi allo stato selvatico. Non si sa come l’anatra sia finita a Central Park, dov’è stata notata per la prima volta il 10 ottobre: potrebbe essere scappata da uno zoo locale o dalla casa di qualcuno nel vicino stato del New Jersey (a New York è vietato avere un’anatra come animale domestico); o potrebbe essere stata liberata dal suo proprietario. Le anatre mandarine sono famose per la loro bellezza, per il piumaggio dai colori vivaci dei maschi e per le ali a punta a forma di vela.

Cosa dice il medico ebreo che ha curato l’uomo che ha ucciso 11 persone in una sinagoga

Cosa dice il medico ebreo che ha curato l'uomo che ha ucciso 11 persone in una sinagoga

Jeff Cohen è un medico: è il direttore dell’Allegheny General Hospital di Pittsburgh, in Pennsylvania, ed è tra i medici che il 27 ottobre si sono occupati di Robert D. Bowers, l’uomo di 46 anni che poco prima aveva sparato in una sinagoga della città, uccidendo undici persone e ferendone altre sei. Negli Stati Uniti è diventata virale un’intervista in cui Cohen, che è ebreo e frequenta proprio quella sinagoga, parla di Bowers e dell’assistenza medica che l’ospedale gli ha offerto. Cohen ha raccontato che ha scelto di incontrare Bowers anche dopo averlo curato:

Ieri sono andato a incontrarlo, per vedere chi è. Sinceramente, è solo un tizio. Dicono sia cattivo. È solo il figlio di una madre. Come ha fatto a partire da lì e ad arrivare dove è ora? Dovremo fare – tutti noi, la società – una grande discussione su questo tema.

Ha poi spiegato che Bowers «aveva ferite gravi» e «molti dei medici che l’hanno curato sono ebrei, e sono eroi». Sempre su Bowers ha detto:

L’ho guardato negli occhi ed è come molte altre persone che arrivano qui: spaventato e confuso. Non capiva. Ma, di nuovo, il mio lavoro è curarlo, non giudicarlo. Altri persone lo faranno, e sarà una grande responsabilità. Il mio lavoro è solo curarlo.

Nuovo Flash