In Russia c’è un fiume che è diventato rosso

In Russia c'è un fiume che è diventato rosso

Da alcuni giorni gli abitanti di Noril’sk, una città della Siberia settentrionale, in Russia, hanno notato che le acque del fiume locale Daldykan sono diventate rosse. La notizia è finita sui giornali internazionali da quando le foto del fiume hanno iniziato a circolare sui social network. Molto probabilmente la causa è una perdita di sostanze chimiche dalla vicina centrale della Norilsk Nickel, un’azienda che il Guardian ha definito «il più grande produttore al mondo di nichel e palladio». Mercoledì 7 settembre il ministero dell’Ambiente russo ha fatto sapere che sta indagando le cause dell’incidente, che probabilmente è stato causato da una perdita del canale di scolo di Norilsk Nickel (che in un comunicato ha detto che «il colore dell’acqua non è diverso dal solito»).

Secondo un esperto contattato dal Guardian, non è la prima volta che una perdita dell’impianto di Norilsk Nickel inquina il Daldykan. Un altro esperto contattato da The Verge sostiene che in questo caso il colore rosso dell’acqua è probabilmente dato dal ferro ossidato contenuto nei materiali di scarto finiti nel fiume. Il sindaco di Noril’sk ha comunque fatto sapere che le riserve d’acqua della città provengono da altre fonti.

Nuotare con un’orca: ✔

Nuotare con un'orca: ✔

Qualche giorno fa Tim Stewart, un neozelandese di 57 anni, stava facendo kayak ad Army Bay, nel nord della Nuova Zelanda, quando ha visto che vicino a lui era arrivata un’orca di circa tre metri e ha deciso di buttarsi in mare e nuotarci un po’ insieme. Il tutto è stato ripreso da un drone che passava da quelle parti. In realtà Stewart ha spiegato di essere andato lì a fare kayak – a pochi metri dalla costa – proprio perché aveva sentito dire che in quell’area c’erano stati avvistamenti di orche. Ha detto di non aver avuto paura, giusto un po’ di preoccupazione quando l’orca ha aperto la bocca: «Voleva solo giocare, ma ho sperato che non mi tirasse nel mare, giocando».

I fischi al nuovo presidente del Brasile alla cerimonia di apertura delle Paralimpiadi

I fischi al nuovo presidente del Brasile alla cerimonia di apertura delle Paralimpiadi

Il nuovo presidente brasiliano Michel Temer, entrato in carica ufficialmente dopo la ratificazione dell’impeachment a Dilma Rousseff, è stato fischiato nei suoi primi due eventi da presidente (da maggio fino al 31 agosto Temer era in carica ad interim). Il 7 settembre Temer è stato fischiato sia al corteo per il giorno dell’Indipendenza a Brasilia sia alla cerimonia di apertura delle Paralimpiadi. Alla cerimonia, Temer è stato fischiato nonostante dovesse solamente pronunciare una frase, quella che dichiarava aperte le competizioni.

La settimana scorsa in Brasile ci sono state moltissime manifestazioni contro Temer, che governa grazie a una coalizione di centrodestra e ha già adottato diverse misure impopolari. Sia i manifestanti sia Rousseff hanno detto che nel paese è avvenuto un “colpo di stato”. Temer, che secondo i sondaggi non piace a moltissimi brasiliani, era già stato fischiato il mese scorso all’apertura delle Olimpiadi.

Nuovo Flash