Farsi un tè nel futuro

Farsi un tè nel futuro

Mark Rittman, un informatico inglese che vive a Hove, ieri mattina ha provato a farsi una tazza di tè usando il suo nuovo bollitore automatico collegato al WiFi e che avrebbe dovuto poter controllare con i comandi vocali, tramite il suo Amazon Echo. Le cose non hanno funzionato e poco dopo Rittman si è messo a twittare dei problemi che stava avendo per far funzionare il suo accrocchio, principalmente per via del WiFi del bollitore che non sembrava connettersi nel modo giusto alla sua rete domestica.

Tre ore dopo il primo tentativo, il bollitore non funzionava ancora: la base – quella attaccata alla corrente – non sembrava in grado di riconoscere la posizione della caraffa dove si mette l’acqua a bollire.

Il traffico internet generato dai suoi tweet e dai retweet che riceveva, poi, ha reso le cose ancora più difficili.

Il bollitore, intorno a mezzogiorno, non ne voleva ancora sapere di bollire.

Intorno alle 7 di sera Rittman aveva stabilito che il problema principale dopo il WiFi scadente era l’assenza di un software per integrare armoniosamente il bollitore WiFi nella sua rete domestica. Allora se lo è fatto da solo.

Alle 8 di sera, finalmente, il bollitore ha cominciato a rispondere ai comandi vocali. (A quel punto però la luce è andata via perché il software che gestiva l’accensione delle lampade si stava aggiornando).

Infine, intorno alla una di notte: “Alexa, accendi il bollitore”. Fatto.

L’endorsement di Bernie Sanders per il fratello Larry, che si è candidato nel Regno Unito

L’endorsement di Bernie Sanders per il fratello Larry, che si è candidato nel Regno Unito

Bernie Sanders, candidato alle primarie Democratiche americane sconfitto da Hillary Clinton e nel frattempo diventato molto popolare, ha fatto un video per sostenere il fratello maggiore Larry che si è presentato con i Verdi nel Regno Unito per occupare il seggio lasciato vacante dall’ex primo ministro David Cameron. Cameron si è dimesso da parlamentare lo scorso settembre. Il seggio è quello della circoscrizione di Witney-West Oxfordshire, che Cameron occupava dal 2001.

Bernie Sanders dice di non conoscere bene la politica del Regno Unito, ma di sapere molte cose sul fratello Larry. Spiega che Larry ha influenzato la sua vita, che quando erano ragazzini discutevano di questioni di giustizia sociale e che il fratello è una persona a cui sta a cuore un governo che rappresenti tutte le persone senza disuguaglianze e in cui l’assistenza sanitaria sia un diritto.

Larry Sanders è un politico locale molto esperto: in passato ha fatto parte del consiglio dello Oxfordshire per nove anni e da qualche mese è portavoce nazionale dei Verdi sulla sanità: ha 82 anni e si è trasferito nel Regno Unito alla fine degli anni Sessanta per insegnare all’università di Oxford. Da allora vive lì, dove ha anche fatto una discreta carriera nella politica locale (nel 2015 si candidò al parlamento coi Verdi nella sua circoscrizione: prese il 4,4 per cento dei voti). L’elezione per “sostituire” David Cameron si terrà il 20 ottobre.

È stato ritrovato un breve film di George Méliès che si pensava perso per sempre

È stato ritrovato un breve film di George Méliès che si pensava perso per sempre

A Praga è stato ritrovato un breve film del regista, illusionista e attore francese Georges Méliès, che si pensava perso per sempre. Realizzato nel 1904, si intitola “Match de prestidigitation” ed è stato ritrovato dai ricercatori dell’Archivio nazionale del cinema di Praga. L’opera si trovava su una bobina donata all’istituto da un collezionista ceco, che ha chiesto di restare anonimo.

Jana Ulipova, portavoce dell’Archivio, ha spiegato che la bobina si chiamava “Les transmutations imperceptibles” che è il titolo di un altro film di Méliès, ma ha detto che un loro specialista si è immediatamente accorto che si trattava di un’altra opera: «Dopo una dettagliata analisi e una serie ricerche possiamo dire con certezza che si tratta di “Match de prestidigitation”». Il film è muto, dura circa due minuti e mostra un mago che si sdoppia. I due personaggi si sfidano in alcuni trucchi e poi si riconciliano e si fondono di nuovo in un unico uomo. Il film sarà proiettato prossimamente a Praga durante la presentazione di una serie di opere di Méliès conservate all’Archivio di Praga, che possiede già ventidue film del regista francese.

Georges Meliès nacque nel 1861 e morì nel 1938, girò circa 500 film ed è considerato il primo ad aver introdotto il montaggio e gli effetti speciali nel cinema. Scoprì il trucco della sostituzione e fu uno dei primi registi a usare l’esposizione multipla (cioè la creazione di un’immagine attraverso la sovrapposizione di più immagini), la dissolvenza e il colore, che veniva dipinto a mano direttamente sulla pellicola. Il suo film più famoso è “Viaggio nella Luna” (Le Voyage dans la Lune) realizzato nel 1902, considerato come primo film di fantascienza nella storia del cinema. Solamente il 40 per cento dell’opera di Méliès è stata conservata.

(“Le Voyage Dans La Lune” film del 1902 di Georges Méliès – AP Photo)

Le Voyage dans la Lune (1902)

Nuovo Flash