Facebook vuole sistemare le foto dove siamo venuti con gli occhi chiusi

Facebook vuole sistemare le foto dove siamo venuti con gli occhi chiusi

Su Facebook ci sono centinaia di miliardi di immagini e milioni di fotografie di persone venute con gli occhi chiusi. Un gruppo di ricercatori del social network si è chiesto se ci fosse il modo di risolvere il problema e ha trovato la risposta nei sistemi di intelligenza artificiale. Come spiegano nel loro studio, hanno utilizzato una rete antagonista generativa (General adversarial network, GAN) con due distinte reti neurali, sistemi che cercano di imitare il funzionamento del cervello umano, che si sfidano l’una con l’altra per raggiungere un determinato scopo, in questo caso modificare digitalmente le immagini per sostituire gli occhi chiusi con occhi aperti.

(Facebook)

Soluzioni simili erano già state sperimentate in passato, ma con risultati piuttosto deludenti. Il nuovo sistema di Facebook è molto più preciso, come si vede nell’immagine qui sopra: a sinistra c’è un’immagine di esempio di un soggetto somigliante a quello fotografato con gli occhi chiusi, visibile nella seconda colonna, mentre nell’ultima è mostrato il risultato ottenuto da Facebook. Per ora non ci sono piani per introdurre un filtro di questo tipo sul social network, ma il sistema dimostra i rapidi progressi dei sistemi di intelligenza artificiale nel settore della modifica delle immagini.

Il nuovo disco di Beyoncé e Jay-Z è uscito sulle piattaforme di streaming

Il nuovo disco di Beyoncé e Jay-Z è uscito sulle piattaforme di streaming

Everything is Love, il nuovo disco di Beyoncé e Jay-Z uscito a sorpresa nella notte tra sabato e domenica sulla piattaforma di streaming Tidal, è ora disponibile anche su Spotify (ma solo per gli utenti Premium), Apple Music, Google Play e Amazon Music. Everything is Love è il primo disco realizzato dai due cantanti, che sono sposati e si sono chiamati per l’occasione “The Carters” (i Carter), dal vero cognome di Jay-Z. Il disco è rimasto soltanto un giorno in esclusiva su Tidal, il servizio di proprietà di Jay-Z che qualche settimana fa era stato interessato da uno scandalo proprio sui presunti dati gonfiati sugli streaming di Lemonade, il precedente disco di Beyoncé.

Everything is Love è fatto da nove canzoni, una delle quali – “Apeshit” – è stata accompagnata da un video molto condiviso e apprezzato, girato all’interno del museo del Louvre di Parigi.

Le esultanze per il gol contro la Germania sono state rilevate dai sismografi in Messico

Le esultanze per il gol contro la Germania sono state rilevate dai sismografi in Messico

Domenica, quando erano circa le 10.35 di mattina (in Italia erano le 17.35), i rilevatori sismici messicani hanno rilevato una piccola scossa, che l’Istituto per le indagini geologiche e atmosferiche del paese ha definito “sisma artificiale”. In un altro continente, l’ala messicana 21enne Hirving Lozano aveva appena segnato il gol dell’1 a 0 nella partita d’esordio del Messico ai Mondiali: gol che poi ha garantito alla nazionale un’inaspettata vittoria contro i campioni del mondo in carica.

A causare concretamente la scossa, ha detto l’Istituto, sono state le esultanze dopo il gol di Lozano, ha detto l’istituto. Dopo la diffusione della notizia si è diffuso un po’ di scetticismo: il geologo spagnolo Arturo Iglesias ha per esempio chiaritoEl Paìs che è impossibile che delle esultanze provochino una vera scossa sismica, anche piccolissima. È probabile, ha detto Iglesias, che i sismografi abbiano percepito dei movimenti per la loro particolare posizione ravvicinata a dei tifosi. È quello che ha poi confermato lo stesso Istituto sul suo sito, spiegando che la scossa non è stata ovviamente percepita dalla popolazione ma solo da alcuni sismografi di Città del Messico, e non è stata un “evento geologico”.

Il Messico ha una buona tradizione calcistica e arriva a questi Mondiali con una delle sue migliori nazionali di sempre, ma una vittoria contro la Germania era completamente inattesa. Con la vittoria di domenica, ora ha ottime possibilità di superare la fase a gironi. Ci sono stati grandi festeggiamenti per le strade, con caroselli durati diverse ore a Città del Messico, ha raccontato il New York Times.

Nuovo Flash