Un’eclissi di Sole da un altro mondo

Un'eclissi di Sole da un altro mondo

Perseverance, il rover della NASA che da più di un anno si trova sul suolo di Marte, ha ripreso un’eclissi di Sole avvenuta in seguito al passaggio nel cielo di Fobos, una delle due lune di Marte. Il fenomeno è durato circa 40 secondi ed è stato ripreso da Mastcam-Z, uno dei sistemi di fotocamere utilizzati dal rover per fotografare ciò che ha intorno.

Il video è il più dettagliato mai realizzato da un rover su Marte di un’eclissi, e supera il livello di definizione di una precedente osservazione che era stata effettuata da Curiosity, un altro rover della NASA.

L’eclissi ripresa è parziale per via della posizione e delle dimensioni contenute di Fobos, il cui diametro medio è di 22 chilometri circa (il diametro della nostra Luna è di circa 3.500 chilometri). Fobos orbita a poco meno di 6mila chilometri dalla superficie marziana e completa tre orbite nel tempo che il pianeta impiega per compiere un giro completo su se stesso. Osservandolo dal punto di vista di Perseverance, Fobos sorge a ovest e tramonta a est.

Le immagini potranno essere utilizzate dagli astronomi per comprendere meglio alcune caratteristiche di Fobos e l’andamento della sua orbita intorno a Marte. Si stima che ogni secolo l’attrazione gravitazionale di Marte faccia avvicinare Fobos di circa 1,8 metri. Precedenti osservazioni hanno evidenziato linee di rottura che secondo i ricercatori potrebbero portare alla distruzione del piccolo satellite tra 30-50 milioni di anni, un tempo relativamente breve in termini astronomici.

La foto sull’escavatore che ha messo Boris Johnson nei guai in India 

La foto sull'escavatore che ha messo Boris Johnson nei guai in India 

Giovedì, mentre era in India per incontrare il primo ministro Narendra Modi, il primo ministro britannico Boris Johnson si è fatto fotografare sorridente su un escavatore prodotto dalla multinazionale britannica JCB durante una visita a un suo stabilimento locale. La cosa ha provocato una piccola polemica: gli escavatori JCB sono tra quelli recentemente usati da alcuni governi locali indiani per distruggere le case e le attività commerciali delle comunità musulmane nel contesto degli scontri religiosi con la maggioranza induista, soprattutto negli stati governati dal partito nazionalista e conservatore di Modi.

Per questo motivo la foto di Johnson gli ha attirato tantissime critiche: lo Hindustan Times scrive che la foto è finita sulle prime pagine di diversi giornali e ha attirato a Johnson molte critiche sui social network. La sezione indiana della ong Amnesty International ha definito «ignorante» e offensiva la visita di Johnson allo stabilimento di JCB.

In questo periodo Johnson sta già ricevendo moltissime critiche per via delle feste organizzate nella sua residenza a Londra durante la pandemia, in violazione delle restrizioni in vigore all’epoca.

Lo spettacolo prima di una partita di baseball a Washington ha fatto evacuare il Congresso

Lo spettacolo prima di una partita di baseball a Washington ha fatto evacuare il Congresso

Mercoledì, quando in Italia era circa l’una di notte, il Congresso degli Stati Uniti a Washington è stato evacuato per un errore di comunicazione tra autorità. A causare l’allarme è stata infatti un’esibizione di paracadutisti organizzata dai Washington Nationals, la squadra di baseball locale, prima della partita di Major League giocata in città contro gli Arizona Diamondbacks.

Per la “Military Appreciation Night”, i Nationals avevano deciso di far planare sul campo i membri dei Golden Knights, la squadra di paracadutisti dell’esercito americano, ma l’ente del dipartimento dei Trasporti che gestisce il traffico aereo sembra non averlo comunicato correttamente alle autorità locali. Queste ultime, dopo aver notato un volo non autorizzato a poco più di un chilometro dal distretto governativo, hanno ordinato l’evacuazione del Congresso per una possibile minaccia «creando inutilmente panico», come ha detto Nancy Pelosi, speaker della Camera dei rappresentanti.

Lo spazio aereo sopra Washington è una delle aree più sorvegliate e controllate negli Stati Uniti. Dopo l’assalto al Congresso nel gennaio del 2021, le misure di emergenza negli edifici governativi sono state inoltre rinforzate. In quel momento il Congresso non era riunito ma molti tra parlamentari e funzionari erano nei loro uffici, e sono stati fatti uscire rapidamente. La polizia e il dipartimento dei Trasporti stanno ora cercando di capire cosa non abbia funzionato nelle loro comunicazioni.

Nuovo Flash