Hanno trovato il raccordo della copertina di “OK Computer” dei Radiohead

Hanno trovato il raccordo della copertina di “OK Computer” dei Radiohead

Il 16 giugno sarà il ventesimo anniversario dell’uscita di OK Computer, il disco più famoso della band inglese dei Radiohead, considerato uno dei più importanti degli anni Novanta e in generale del rock. La copertina di OK Computer mostra un raccordo autostradale stilizzato: finora non si sapeva quale fosse il soggetto originale, ma nei giorni scorsi lo ha scoperto l’utente di Reddit Jordan117. Ha spiegato di essersi sempre chiesto che strada fosse, e di aver deciso di indagare dopo aver visto recentemente una foto che mostrava qualche dettaglio in più del raccordo sulla copertina del disco. Ha intuito che fosse un posto negli Stati Uniti, per via della segnaletica, e ha deciso di rivolgersi a un forum di gente invasata di autostrade americane, AARoads.

In sei ore ha ottenuto la risposta che cercava: è il raccordo tra la Interstatale 84, che collega la Pennsylvania al Massachusetts, e la Interstatale 91, che collega il Vermont al Connecticut. Il raccordo si trova precisamente a Hartford, in Connecticut, dove i Radiohead suonarono il 20 agosto 1996, in uno dei loro ultimi concerti prima di registrare Ok Computer. L’utente del forum sulle autostrade che ha identificato il raccordo ha spiegato di esserci arrivato partendo dal cartello al centro della copertina, che era parzialmente visibile in una delle foto postate sul forum da Jordan117, che sono state diffuse in occasione di una nuova edizione del disco.

Le cose che ancora fa Manu Ginobili a 39 anni

Le cose che ancora fa Manu Ginobili a 39 anni

Questa notte si è giocata gara-5 della serie dei playoff NBA tra San Antonio Spurs e Houston Rockets, la semifinale della Western Conference. La partita è finita dopo un tempo supplementare, con la vittoria di San Antonio per 110 a 107. All’ultimo secondo di gara James Harden, il giocatore più forte di Houston e uno dei migliori quest’anno dell’intera NBA, ha avuto la possibilità di pareggiare la partita con un tiro da 3 punti, ma gli è andata male: Manu Ginobili dei San Antonio Spurs lo ha stoppato da dietro, togliendogli letteralmente la palla dalle mani.

Ginobili ha 39 anni: è ancora un giocatore molto forte, ma negli ultimi anni ha avuto diversi guai fisici e più di una volta ha parlato della possibilità di ritirarsi. È un giocatore apprezzatissimo sia dal suo allenatore Gregg Popovich – uno che non dispensa complimenti troppo facilmente – sia dai tifosi degli Spurs, squadra nella quale gioca dal 2002 e con la quale ha vinto 4 titoli NBA. La stoppata ad Harden non è stata l’unica cosa notevole che ha fatto Ginobili nella partita di questa notte. Quando mancavano due minuti alla fine del primo tempo, ha fatto una penetrazione in area e ha schiacciato con la mano destra, lui che è mancino.

Ginobili ha chiuso la partita con 32 minuti giocati, 12 punti, 5 assist e 7 rimbalzi.

C’è un nuovo tweet più ritwittato di sempre

C'è un nuovo tweet più ritwittato di sempre

Se frequentate molto Twitter probabilmente saprete già che un ragazzo americano di nome Carter Wilkerson ha provato a ottenere crocchette di pollo della catena di fast-food Wendy’s gratis per un anno intero facendosi ritwittare un tweet 18 milioni di volte. È ancora lontano dal raggiungere questa cifra, ma ha battuto il precedente record di tweet più ritwittato della storia di Twitter, finora: il selfie di gruppo scattato da Bradley Cooper alla cerimonia degli Oscar del 2014 e twittato da Ellen DeGeneres. Il tweet di Wilkerson – «AIUTATEMI PER FAVORE. UN UOMO HA BISOGNO DELLE SUE CROCCHETTE» – è stato ritwittato più di 3,5 milioni di volte.

Quello di DeGeneres è arrivato a un po’ più di 3,4 milioni di retweet: nel selfie appaiono tra gli altri Meryl Streep, Bradley Cooper, Jared Leto, Jennifer Lawrence, Julia Roberts, Kevin Spacey, Lupita Nyong’o e Angelina Jolie. È stato il primo tweet della storia a superare il milione di retweet e per questo aveva dato un po’ di problemi a Twitter. Il precedente tweet più ritwittato di sempre era stato quello con cui Barack Obama aveva celebrato la sua rielezione a presidente degli Stati Uniti, la notte tra il 6 e il 7 novembre del 2012.

Dato che arrivare a battere sia Obama che DeGeneres è comunque un gran risultato, Wendy’s ha deciso di dare a Wilkerson il suo anno di crocchette gratis. Ha anche donato 100mila dollari alla Fondazione Dave Thomas, che si occupa di trovare famiglie disposte ad accogliere ragazzi affidati ai servizi sociali, dato che a un certo punto della sua campagna social Wilkerson ha deciso di darle uno scopo un po’ più nobile.

Nuovo Flash