La copertina di GQ piena di gambe e braccia

La copertina di GQ piena di gambe e braccia

La copertina del prossimo numero del mensile statunitense GQ, che ancora deve uscire, ha già raccolto molti apprezzamenti: raffigura le tre comiche americane Kate McKinnon, Issa Rae e Sarah Silverman in abiti eleganti e pesantemente ritoccate, per un totale di 15 braccia e gambe. È una presa in giro del pesante uso di Photoshop nelle riviste di moda e lifestyle, e in particolare della copertina di febbraio 2018 di Vanity Fair, ritoccata in modo grossolano dove l’attrice Reese Witherspoon sembrava avere tre gambe; in un’altra immagine, all’interno della rivista, Oprah Winfrey sembrava avere tre braccia.

GQ ha anche pubblicato un editoriale scherzoso per scusarsi degli errori e annunciato un’inchiesta interna per stabilire i responsabili: «il rapporto sarà diffuso, senza fare troppo rumore, su Medium, tra 17 mesi».

La copertina del numero di febbraio di Vanity Fair

Il trailer dello speciale conclusivo di “Sense8”

Il trailer dello speciale conclusivo di “Sense8”

Netflix ha messo online il trailer dello speciale conclusivo di Sense8, la serie tv fantascientifica scritta e diretta dalle sorelle Lana e Lilly Wachowski – le registe di Matrix – e da J. Michael Straczynski. Netflix aveva deciso di cancellare la serie, i fan (non così tanti, se Netflix aveva deciso di cancellarla) si erano lamentati e Netflix aveva quindi deciso di fare un ultimo episodio speciale per dare una chiusura alle vicende.

Sense8 racconta la storia di otto persone che non si conoscono e vivono in diverse parti del mondo – Stati Uniti, Messico, Germania, Regno Unito, Kenya, India e Corea del Sud – e scoprono di essere interconnesse a livello emotivo e sensoriale: possono comunicare telepaticamente e condividere le stesse sensazioni. L’episodio speciale si potrà vedere dall’8 giugno.

Il British Museum esporrà gli scarpini di Mohamed Salah

Il British Museum esporrà gli scarpini di Mohamed Salah

Il British Museum di Londra, uno dei più grandi ed importanti musei al mondo, ha annunciato che esporrà gli scarpini del calciatore egiziano del Liverpool Mohamed Salah. Gli scarpini saranno in mostra insieme ai reperti egizi del museo in vista della finale di Champions League del 26 maggio, in cui giocheranno il Liverpool e il Real Madrid. «Gli scarpini – ha detto il curatore del dipartimento del museo dedicato all’Antico Egitto – raccontano la storia di un’icona dell’Egitto di oggi, che gioca nel Regno Unito e con un impatto in tutto il mondo, e rafforzano il nostro recente progetto di acquisire oggetti che raccontano la storia della vita di tutti i giorni nell’Egitto del 20esimo e 21esimo secolo».

Nuovo Flash