La censura su “1984” diminuisce col tempo (almeno in certe copertine)

La censura su "1984" diminuisce col tempo (almeno in certe copertine)

In una discussione su Reddit si è parlato di un’edizione di 1984 di George Orwell pubblicata nel Regno Unito dalla casa editrice Penguin nel 2013. L’edizione era particolare perché il titolo e il nome dell’autore del romanzo erano coperti da due rettangoli neri: una scelta grafica (opera di David Pearson) che “censurava” il libro e anticipava il tema di 1984, una distopia ambientata in uno stato totalitario in cui “la menzogna diventa realtà e passa alla storia” e “la storia era un palinsesto che poteva essere raschiato e riscritto tutte le volte che si voleva”. Il titolo del romanzo e il nome di Orwell si potevano in realtà leggere in trasparenza sotto i rettangoli neri, come si può vedere qui. Un utente di Reddit ha raccontato che la sua copia di 1984, un po’ consunta dal tempo, ora mostra con migliore chiarezza sia il titolo del romanzo sia il nome del suo autore: sembra che con il tempo (e l’usura) la censura diminuisca. Non si sa se l’effetto sia intenzionale e previsto da Pearson, o solo un difetto della copertina.

1984 orwell penguin nuovo

1984 orwell penguin

Il video di Aziz Ansari su “Famous” di Kanye West non è stato scelto come video ufficiale per la canzone (all’inizio sembrava di sì)

Il video di Aziz Ansari su "Famous" di Kanye West non è stato scelto come video ufficiale per la canzone (all'inizio sembrava di sì)

Qualche settimana fa Aziz Ansari e Eric Wareheim, rispettivamente protagonista e co-protagonista di Master of None, apprezzata serie comica di Netflix, hanno girato un video per la canzone di Kanye West “Famous”, contenuta nel suo ultimo disco The Life of Pablo. Nel video Ansari e Wareheim facevano gli scemi in giro per Roma (soprattutto a Trastevere), dove si trovavano per girare la seconda stagione della serie. Nel pomeriggio del 28 aprile alcuni importanti siti statunitensi – tra cui The Verge e Hollywood Reporter – hanno scritto che West aveva scelto di far diventare quel video il video ufficiale della canzone: subito dopo l’avevamo scritto anche noi del Post. Alcune ore dopo quegli articoli lo staff di West ha smentito la cosa facendo sapere che, comunque, il video di Ansari e Wareheim a West è piaciuto molto.

Un’altra conferenza stampa memorabile con Tyson Fury e Wladimir Klitschko

Un'altra conferenza stampa memorabile con Tyson Fury e Wladimir Klitschko

Mercoledì si è tenuta a Manchester la conferenza stampa di presentazione dell’incontro di pugilato tra il campione del mondo dei pesi massimi, l’inglese Tyson Fury, e l’ucraino Wladimir Klitschko, rivincita del match vinto da Fury a Düsseldorf lo scorso novembre. Fury e Klitschko sono due pugili molto diversi: Klitschko è soprannominato “martello d’acciaio” per via della sua compostezza, del suo fisico imponente e del suo stile di combattimento diretto e potente. Fury invece viene da un ambiente legato al bareknuckle, il pugilato a mani nude con regole sommarie molto popolare in alcune zone dell’Inghilterra, ha un fisico decisamente meno “prestante” di Klitschko ed è noto anche per il suo carattere esuberante.

La differenza tra i due pugili si era notata anche durante gli eventi di presentazione all’incontro di Düsseldorf, lo scorso settembre. Fury si era presentato alla conferenza vestito da Batman e aveva inscenato una lotta con un altro uomo travestito da Joker. Nella conferenza di Manchester Klitschko, riferendosi alle discutibili parole di Fury di qualche mese fa riguardo a donne e omosessuali, ha detto: “Alla gente che dice e pensa che l’omosessualità sia una malattia e che le donne debbano stare in cucina, e a te Fury, dico vaffanculo”. I due si sono provocati per tutta la conferenza e verso il termine dell’evento Fury si è levato la maglietta, facendo vedere il suo fisico decisamente in sovrappeso e dicendo a Klitschko: “Ti sembra un fisico da pugile questo? No. Sei stato battuto da un ciccione, vergognati”.

Nuovo Flash