Le ceneri di Carrie Fisher sono state messe in un’urna a forma di pillola di Prozac

Le ceneri di Carrie Fisher sono state messe in un'urna a forma di pillola di Prozac

Venerdì 6 gennaio c’è stato il funerale privato di Carrie Fisher e di sua madre Debbie Reynolds, morte a un giorno di distanza, tra il 27 e il 28 dicembre. Le due attrici sono state seppellite l’una accanto all’altra al Forest Lawn Memorial Park di Hollywood Hills, durante una cerimonia privata a cui hanno partecipato pochi amici e parenti: Fisher è stata cremata, e le sue ceneri sono state trasportate in una bizzarra urna a forma di pillola di Prozac, il popolare farmaco antidepressivo. Todd Fisher, il fratello di Carrie Fisher, ha spiegato ET che era l’oggetto preferito di sua sorella, che lo aveva comprato molti anni fa: «Lo adorava, ed era a casa sua, e Billie [Lourd, figlia di Carrie Fisher] e io abbiamo pensato che fosse lì dentro che avrebbe voluto essere». Fisher aveva un grande senso dell’umorismo ed era molto apprezzata per la sua autoironia, e la foto dell’urna a forma di Prozac sta circolando moltissimo sui social network.

Trump e Schwarzenegger litigano su Twitter per gli ascolti tv

Trump e Schwarzenegger litigano su Twitter per gli ascolti tv

Questa mattina il presidente eletto Donald Trump ha commentato con alcuni tweet, molto critici, gli ascolti della nuova stagione del reality show “The Apprentice”, un tempo condotto da lui e ora da Arnold Schwarzenegger. Trump ha scritto che Schwarzenegger è stato “distrutto”, nonostante sia una “star da film” aggiungendo sarcasticamente: “ma chi se ne importa, ha sostenuto Kasich & Hillary” nella recente campagna elettorale.

I tweet di Trump sono stati molto commentati dai media statunitensi, con articoli sul fatto che un presidente eletto a meno di due settimane dal proprio insediamento si preoccupi degli ascolti televisivi di un programma, ora condotto da un’altra persona che era stata critica nei suoi confronti. Schwarzenegger ha risposto a Trump ricordandogli “che non c’è nulla di più importante del lavoro altrui” e augurando buona fortuna al prossimo presidente: “Spero che ti metta al lavoro per TUTTI gli statunitensi con la stessa tenacia con cui hai lavorato per ottenere i tuoi ascolti”.

Il naufragio di sorpresine su un’isola tedesca

Il naufragio di sorpresine su un'isola tedesca

Nel pomeriggio del 4 gennaio dopo una tempesta nei pressi dell’isola di Langegog (nella Bassa Sassonia, nel nord della Germania) sono finite sulla spiaggia centinaia di quei contenitori di plastica che solitamente si trovano dentro agli ovetti di cioccolato con sorpresa. La vicenda è stata documentate dalla polizia dell’isola. Poi sono arrivati genitori e bambini, per prendersi qualche ricordino.

Nuovo Flash